FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Coronavirus, ministro Catalfo: reddito di emergenza per 3 milioni di italiani | Ue: "Serve piano Marshall"

Nel prossimo decreto di aprile verranno messi a disposizione 3 miliardi di risorse. Dombrovskis (Commissione Ue): "Ci sono molte opzioni oltre i coronabond"

 Nunzia Catalfo
Ansa

"C'è una parte di cittadini che in questo momento non ha alcun sostegno, dovrebbero essere circa 3 milioni. Stiamo valutando la platea e l'impatto. Quindi per tutte queste persone che non hanno altri sostegni al reddito sarà previsto il reddito di emergenza, che le aiuterà in questo periodo di crisi economica". Lo afferma il ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo, confermando che il costo della misura, che andrà nel prossimo decreto di aprile, è "di 3 miliardi".

"Con il reddito di emergenza vogliamo tutelare quelli che oggi non possono mettere il cibo a tavola". Per il ministro "il reddito è composto da due voci: 500 euro di reddito vero e proprio più altri 280 euro di contributo per la casa. Pensiamo, per il reddito di emergenza, a una cifra superiore alla prima voce". Per le risorse, dice poi Catalfo, "stiamo pensando ad anticipi i di fondi e al deficit concordato con l'Unione europea".

 

Interventi anche per le imprese Non solo cittadini, Il governo sta pensando a interventi anche per le imprese con una garanzia per circa 200 miliardi di credito fino al 25% del fatturato per le aziende di medie e grandi dimensioni.

 

Coronavirus, le opposizioni incontrano il premier Conte a Palazzo Chigi

 

Ue: "Serve piano Marshall" Anche l'Europa, dopo un iniziale tentennamento, sta pensando a misure a sostegno dell'economia. Per il presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, infatti, serve un "piano Marshall" per garantire il futuro dell'Europa. "Penso sia essenziale fare affidamento sul bilancio europeo per una risposta forte al coronavirus", ha spiegato la von der Leyen sottolineando: "Stiamo mettendo a punto un piano che garantirà il nostro futuro. L'Unione uscirà dalla crisi più forte". 

 

Dombrovskis (Commissione Ue): "Ci sono molte opzioni oltre i coronabond"  "Esploriamo tutte le opzioni, i coronabond hanno molti titoli sui giornali e c'è una controversia politica, ma ci sono molte opzioni in preparazione, sottolineo il bilancio pluriennale Ue che sarà il nostro piano Marshall, come ha detto von der Leyen, e deve essere ambizioso, con fondi in anticipo e una forte componente sugli investimenti". Così il vicepresidente della Commissione Ue, Valdis Dombrovskis.

 

Conte cerca l'intesa con le opposizioni Cercare fino in fondo un'intesa con l'opposizione. E' la linea che, a quanto riferiscono fonti presenti all'incontro, il premier Giuseppe Conte avrebbe indicato ai capigruppo di maggioranza riuniti giovedì a Palazzo Chigi. Il premier avrà sabato mattina un nuovo incontro con i rappresentanti dell'opposizione: la volontà del governo è collaborare e accogliere proposte nel decreto che si varerà ad aprile. L'invito sarebbe quello di trasformare gli emendamenti onerosi al decreto Cura Italia in ordini del giorno, così come ha accettato di fare la maggioranza: le proposte saranno poi recepite nel decreto di aprile.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali