FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Il verde che salva le città

L’Europa è sommersa dallo smog, ma la natura corre in suo soccorso con la tecnologia green più antica di sempre: le piante

Pexels

Cercasi aria pulita

in città. Il problema che attanaglia tutto il mondo,

Europa e Italia

compresa. Secondo l’

Agenzia Europea dell’Ambiente

(Aea), l’inquinamento si ostina a rimanere elevato nei centri urbani, nonostante i Paesi continuino a dichiarare di voler percorrere la strada della sostenibilità.


Un problema che pesa soprattutto sulla

salute

. Il rapporto dell’Agenzia del 2021 dice che nel 2019

il nostro Paese è stato il primo per numero di morti per biossido di azoto

: 10640 decessi, +2% rispetto ai dati del rapporto 2020. L’Italia è seconda in UE dopo la Germania per i rischi da particolato fine, PM 2,5. Il Bel paese è sommerso dallo smog, soprattutto

nella zona della Pianura Padana

. Secondo uno studio di Legambiente sono

102 i capoluoghi che superano i limiti d’inquinamento dettati dall’OMS

. Una vera emergenza, ma di certo non siamo già ai titoli di coda. Provare a ridurre questi valori è possibile e in diverse città si stanno sperimentando

metodi per limitare i danni

.


La soluzione, come sempre, arriva dalla

natura

e resta valida a ogni latitudine. Sistemi garantiti dalla tecnologia più antica e green di sempre:

le piante

. Il loro segreto risiede nella capacità di

assorbire le polveri emesse dai veicoli

e soprattutto di trattenerle.


 


Aldo Winkler

,

Ricercatore Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia

: "Dal punto di vista scientifico c’è un enorme interesse a determinare quali siano i

tipi di piante più adatte

a questo scopo. E quindi adesso le ricerche si stanno concentrando sul trovare le specie più idonee per le loro caratteristiche morfologiche non solo ad accumulare il particolato ma a

trattenerlo

in modo che non venga disperso di nuovo nell’ambiente. Ogni città, anche da un punto di vista europeo, è dotata di “

foreste urbane

” di tipo diverso. A Roma, ad esempio, sono molto diffusi i lecci e i platani. L’Ingv si occupa di capire attraverso le

misure magnetiche

quali sono le foglie più adatte a trattenere il particolato automobilistico. Ci sono diversi studi che fanno mappature dei diversi tipi di alberi e che riescono addirittura a calcolare in media in un anno solare quante sono state le

tonnellate di polveri catturate

dalle singole specie in funzione della loro distribuzione nelle città
". 


 


Veri e propri

filtri antismog

, adatti a ogni scenario. E qualora non ci fosse spazio per gli alberi, le alternative non mancano. Come i “

City Tree

”, pannelli che promettono di fare

il lavoro di 300 alberi

. Sviluppati in Germania e disseminati in tutta Europa, sono stati sperimentati anche a

Modena

. O ancora, serre in miniatura per gli uffici, per combattere l’

inquinamento indoor

e rinfrescare l’aria nei mesi più caldi. Botanica e sostenibilità al servizio dell’ambiente.


Tutte soluzioni che non rendono meno urgente il taglio delle emissioni, ma che possono almeno provare a

tamponare i danni maggiori

. Piccoli passi per tornare a

vivere bene anche in città



Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali