FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Rosaria Camardese: "Vivo il cambiamento come occasione di crescita e apprendimento"

Rosaria Camardese, Executive Manager di OneClick, racconta la sua storia a Tgcom24

Da sempre caratterizzata da due anime, una più creativa ed una più razionale e strutturata, ha sempre vissuto l'innovazione come foriera di positività: è Rosaria Camardese, Executive Manager di OneClick.

Rosaria Camardese, Executive Manager di OneClick

Rosaria, vorrei parlare di servizi alle persone: che ne pensi?
Credo sia importantissimo semplificare la nostra vita quotidiana grazie alla possibilità di accedere a ogni ora del giorno e della notte, anche da smartphone, a servizi che ci aiutino a gestire gli imprevisti di ogni genere: ad esempio le emergenze domestiche, come lavandino otturato, mancanza di corrente, chiave bloccata nella serratura, o quelle relative alla salute, come la necessità di reperire un pediatra alla domenica o di notte o fornire un monitoraggio medico per un genitore anziano, o ancora quelle legate ai nostri amici a quattro zampe, che possono aver bisogno di un veterinario con urgenza o di un educatore cinofilo nei primi mesi di vita in famiglia. OneClick si occupa di tutto questo.
 
OneClick è una realtà nata da poco, ma che sta già crescendo molto. Come ci sei arrivata?
Dopo la laurea in Economia, ho iniziato subito a lavorare nel marketing strategico e sono cresciuta professionalmente in note multinazionali leader in settori diversi, con forte orientamento al business e all'innovazione. Ho viaggiato moltissimo per lavoro, in Europa e nel mondo, ho conseguito un Executive MBA, ma poi è arrivato un momento in cui ho sentito la necessità di tornare in Italia, a maggior ragione perché nel frattempo mi sono anche sposata. E’ stata una decisione assolutamente provvidenziale, visto che poi è scoppiata la pandemia e quindi mi sono trovata fortunatamente nel mio Paese e con la mia famiglia. Proprio la scorsa primavera ho deciso di accettare la proposta che mi è stata fatta dai soci di OneClick e con entusiasmo ho iniziato questa nuova avventura, che mi ha subito conquistata perché potevo contribuire a dare forma concreta ad un'idea di progetto ambiziosa e distintiva. Infatti da sempre mi piace l’innovazione e stimo gli imprenditori coraggiosi e orientati al futuro, che sanno buttare il cuore oltre l’ostacolo rompendo gli schemi e mettendosi in gioco.
 
Innovazione, curiosità e pragmatismo mi sembra che ti caratterizzino.
E’ così, infatti. Da sempre ho fatto i conti con queste due mie anime: una più creativa ed una più razionale e strutturata. Per questo motivo, dopo il liceo classico, non ho avuto dubbi nel volermi cimentare in qualcosa che fosse al di fuori della mia comfort zone in termini di studi e di stile di vita, trasferendomi dal Sud Italia a Milano.
 
E’ stato difficile adattarsi a una città così diversa rispetto a quella in cui sei cresciuta?
Nella mia scelta sono stata sostenuta dalla mia famiglia: i miei genitori hanno sempre avuto una mentalità molto aperta e in particolare mio padre ha avuto una reazione molto positiva quando ho azzardato la proposta di andare a Milano. Ammetto che, arrivando da una famiglia numerosa - siamo cinque fratelli – all’inizio mi è pesata un pochino la solitudine della mia stanzetta in affitto, ma si è trattato di un periodo breve perché Milano è un melting pot culturale, una città con una popolazione variegata dove l’accoglienza non è un problema, anzi.
 
Torniamo a OneClick: so che da poco avete avuto la certificazione B Corp. Di cosa si tratta esattamente?
La nostra è una società “benefit”, ovvero con scopo di lucro, ma anche con l'obiettivo di generare un impatto positivo sulla società e sull’ambiente attraverso scelte gestionali mirate, trasparenza nella comunicazione ai dipendenti, iniziative marketing e commerciali coerenti con la sostenibilità. Proprio grazie a queste caratteristiche abbiamo da poco ottenuto la certificazione internazionale B Corp che riconosce e attesta la coerenza del nostro percorso rispetto agli obiettivi di sostenibilità socio-ambientale.
 
Rimetterti in gioco dopo il tuo rientro in Italia non è stato difficile.
Amo l’innovazione e vivo il cambiamento come occasione di crescita e apprendimento. Raccogliere questa sfida in una realtà digitale mi piace molto e mi sta anche regalando grandi soddisfazioni.
 
Quali sono i vostri obiettivi?
Prima di tutto, essere coerenti con l’idea di progetto, diventando un punto di contatto  facilmente accessibile per risolvere imprevisti di varia natura e le seccature di ogni giorno. Inoltre, costruire un team che sia motivato e unito, capace di portare nuove idee rilevanti alle quali dare attenzione senza pregiudizi, anche a costo di rompere gli schemi.
 
Alle donne che desiderino fare un percorso di carriera in azienda cosa suggeriresti?
Non bisogna mai avere paura del cambiamento, anche se non è facile a volte andare controcorrente: mai rinunciare alla propria personalità e unicità.
 
Qualcosa su di te: cosa fai nel tempo libero?
Amo cantare: insieme a degli amici salgo sul palco e mi esibisco in pezzi pop e rock, superando la mia naturale timidezza. E poi ho un cane, Lea: l’abbiamo appena accolta in casa e fa già parte della famiglia…

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali