FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Laura Ottaviani e lʼarte della lavorazione dell’argento

La giovane erede della maison Ottaviani rinnova l’identità del brand di famiglia con idee creative seducenti ed originali.

Al timone di Ottaviani, storica azienda del mercato degli argenti, protagonista del Made in Italy nel mondo, troviamo oggi Laura Ottaviani, nipote del lungimirante ed appassionato fondatore. 
Grazie al contributo creativo e manageriale di questa giovane donna, architetto e designer, l’immagine del brand si è completamente rinnovata. Alla tradizionale collezione gioielli in argento 925, è andata ad affiancarsi la linea bijoux che individua nel colore, nel pregio dei materiali e nella qualità della lavorazione i punti di forza irrinunciabili per realizzare accessori fashion ed ultrachic.

Laura Ottaviani e lʼarte della lavorazione dell’argento

Laura Ottaviani, con la sua “vis creativa”, fresca ed elegante, firma il design dell’intera produzione dell’azienda di famiglia, dai complementi d’arredo agli orologi, dalla gioielleria ai bijoux, sino alle pashmine.
Le proposte stilistiche a marchio Ottaviani sono da sempre realizzate con estro, maestria e dedizione. L’esperienza pluriennale della maison nella lavorazione dell’argento come materia preziosa, calda e luminosa, viene oggi messa a frutto anche per la creazione di prodotti innovativi e mai banali, che arricchiscono l’ampia gamma di offerta del brand.

Laura, com’è nata la tua passione per il mondo della moda e qual è stato il tuo percorso formativo?
La creatività è una caratteristica che ha segnato il mio cammino sin da quando ero bambina. Ho infatti sempre manifestato una naturale predisposizione ed un grande interesse per le materie artistiche. La moda ed in particolare il disegno mi hanno affascinata sin dall’infanzia. I miei genitori hanno saputo cogliere ed assecondare la mia inclinazione: durante il mio percorso scolastico tradizionale, infatti, ho potuto ricevere i preziosi insegnamenti di stimati artisti locali. Dopo il Diploma di Liceo Scientifico, mi sono laureata presso la Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano. Ho quindi frequentato un corso di specializzazione ad hoc presso l’Accademia delle Belle Arti di Brera. La passione per la materia creativa ed il gusto estetico hanno guidato tutto il mio processo di crescita e continuano ad ispirare ogni mia scelta.

L’azienda di famiglia, Ottaviani, dalla prima metà del ‘900, è protagonista del Made in Italy nell’arte della lavorazione dell’argento. Quanto ha influito essere nata in un contesto familiare ricco di storia e tradizione nel mercato dei preziosi?
L’azienda di famiglia, in cui sono cresciuta, è parte di me, della mia esperienza personale e della mia storia. Oggi ho l’onore e il privilegio di portare avanti il progetto avviato da mio nonno, orafo per passione da sempre, e poi tramandato, di generazione in generazione, a mio padre e ai miei zii, per arrivare fino a me. Sin dall'infanzia ho respirato l’odore dell’argento, ho assistito in prima fila allo straordinario processo di lavorazione artigianale dei metalli preziosi, ho appreso i valori fondamentali, nella vita come nel lavoro, dell’onestà, del rispetto e della correttezza. Questa tradizione, così solida e radicata, mi ha accompagnata per mano lungo il mio cammino, con naturalezza e spontaneità.

La tua è stata una formazione a 360 gradi. Quali sono state le tappe della tua crescita professionale che ti hanno portata a diventare amministrato delegato, direttore creativo, commerciale e marketing del brand di famiglia? Che cosa hai imparato lungo questo percorso?
Il mio ingresso in Ottaviani è avvenuto “dal basso”, vedendomi impegnata nei ruoli più disparati, dalla progettazione e produzione, al settore marketing, passando anche attraverso l’area commerciale. Ho voluto vivere ed entrare in diretto contatto con tutte le aree aziendali, mossa dalla precisa convinzione che anche la più affascinante e seduttiva delle idee creative si debba sempre confrontare con la realtà. Soltanto una precisa conoscenza dei processi tecnici può offrire gli strumenti per superare eventuali ostacoli e trasformare un’idea in un prodotto tangibile e concreto. Oggi, forte di questo bagaglio di esperienza, posso portare avanti l’eredità di famiglia con consapevolezza e responsabilità.

Hai saputo infatti apportare innovazioni personali di successo all’identità consolidata del marchio Ottaviani. Quali sono state queste novità?
Innanzitutto, nel 2010, ho introdotto la linea bijoux. Sino ad allora in gioielleria, accanto ai preziosi, esistevano soltanto accessori in acciaio, dallo stile minimal, con linee estremamente pulite ed essenziali. La mia idea è stata quella di far apparire sulle vetrine degli orefici oggetti in metallo vivaci, ricchi di elementi decorativi, novità assoluta per tutto il settore. I bijoux Ottaviani, realizzati con materiali meno nobili dell’argento, come il bronzo e l’ottone, si distinguono per l’impiego di pietre naturali colorate e per la ricercatezza del design. La nostra bigiotteria, inoltre, vanta il pregio di un’ottima manifattura, una rodiatura curata, un’alta qualità della lavorazione ed un rispetto particolare per il consumatore finale: i nostri bijoux utilizzano infatti materiali anallergici, accuratamente testati. Un altro punto di forza risiede senz’altro nel prezzo, accessibile a tutti. Nel 2014, l’universo Ottaviani si è arricchito di altri prodotti innovativi, con l’introduzione degli orologi da polso per uomo e donna, delle clutch e delle pashmine, con applicazioni di pietre cucite a mano.

Che cosa rappresenta al giorni d’oggi il gioiello rispetto al passato? Possiamo parlare di un accessorio moda a tutti gli effetti?
Nel passato il gioiello veniva concepito come un oggetto di famiglia, unico ed insostituibile, da custodire e tramandare, sia per il suo valore in termini di preziosità sia per il suo stretto legame con la sfera delle emozioni. Oggi, invece, l’antico monile ha ceduto il passo al bijoux, accessorio moda a tutti gli effetti, da abbinare ai diversi look, come elemento decorativo per eccellenza. Ai nostri giorni non si pretende che il gioiello abbia una composizione nobile, ma che sia in grado di personalizzare ed impreziosire ogni tipo di outfit, esattamente come una scarpa o una borsa.

A quale figura femminile ti rivolgi?
Ottaviani è un marchio trasversale, che strizza l’occhio sia alla ragazza molto giovane che alla signora più matura. Al giorno d’oggi, infatti, c’è un’attenzione estrema alla cura del proprio look e della propria immagine, in tutte le fasce d’età. I nostri gioielli, anche quelli che compongono la linea base, non si rivolgono ad un target specifico. Ritengo che il fatto di indirizzarci ad un pubblico allargato costituisca un plus valore perché ci permette di intercettare un mercato più esteso e di ampliare i nostri orizzonti.

Qual è il gioiello a cui non potresti mai rinunciare?
Sembrerà un paradosso, ma prima di disegnare gioielli non ne indossavo…non sono quindi una buona testimonial! Credo, tuttavia, che la collana, il classico girocollo, sia un accessorio irrinunciabile per definire l’eleganza di qualsiasi look, anche il più anonimo, come una semplice t-shirt bianca. Io non potrei mai uscire di casa senza il mio orologio: indosso il modello Ottaviani vintage anni ’50, preferibilmente con il quadrante verde bottiglia…ma ogni tanto posso concedere uno strappo alla regola e cambiare il colore!

Chi è Laura nella sua dimensione privata?
Il lavoro m’impegna davvero moltissimo, ma quando ho un po’ di tempo per me amo passare i momenti di svago e di relax con la mia grande famiglia e i miei bellissimi cani. Appena posso, parto per un nuovo viaggio alla scoperta del mondo. Visitare posti nuovi ed entrare in contatto con realtà diverse da quella in cui viviamo rappresenta per me il più grande stimolo e la più autentica fonte di ispirazione, al di sopra di qualunque convegno, fiera di settore o insegnamento scolastico.

Cosa c’è nel tuo futuro? E in quello di Ottaviani?
Nella vita ho avuto l’impagabile fortuna di poter trasformare la mia passione in un lavoro. Pertanto il mio futuro personale è piacevolmente legato a quello dell’azienda. I progetti sono tanti, riguardano il prodotto, la comunicazione e la distribuzione. Sotto quest’ultimo profilo, c’è l’obiettivo di espanderci sempre di più sul mercato asiatico e negli Stati Uniti, con i quali collaboriamo ormai da un paio d’anni. Inoltre, proprio in questo mese, abbiamo lanciato in anteprima nazionale una nuova collana floreale in madreperla opaca nera, che rispetto ai nostri girocolli con le margherite colorate, rivela uno stile più rock ed essenziale…il mondo Ottaviani è in continua crescita e trasformazione, sempre al passo con le nuove tendenze!

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali