FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Quattro giochi vintage da fare coi bambini al parco

Divertire i propri figli senza tablet e smartphone si può: basta ispirarsi ai semplici passatempi di una volta

Quattro giochi vintage da fare coi bambini al parco

Un pomeriggio al parco in famiglia può essere molto rilassante o, al contrario, fonte di tensioni e litigi. Ciò accade perché i bimbi oggi tendono ad annoiarsi molto facilmente se non dotati di dispositivi tecnologici e a non riuscire a gestire gli spazi vuoti esercitando la creatività. Ma l'indole creativa va, appunto, allenata lasciando che i piccoli sperimentino anche ciò che viene erroneamente chiamato noia. Oppure, si possono proporre loro giochi ispirati a qualche decennio fa, ovvero a quando ci si divertiva in cortile senza il tablet di mamma e papà. Dalla 'campana' o 'mondo' fino alle indimenticabili biglie, i bambini si organizzeranno tra loro e non riusciranno più a fare a meno di questi semplici (ma divertentissimi) giochi del passato.

La campana (o mondo) - Uno dei giochi più antichi e sempre amati. Si disegnano per terra sette caselle (con un gessetto, da tenere sempre in borsa). I bimbi tirano, a turno, un sasso. Quest'ultimo, al primo tiro, deve restare entro la prima delle caselle. Quindi, si salta nella casella e si prende il sasso. Poi, saltellando su un piede solo si percorrono le altre caselle e si torna all'inizio. Il tutto si ripete a partire dalla seconda casella. Vince chi completa tutto il percorso, senza mai toccare con il piede le linee disegnate.

L'elastico - Di solito questo gioco piace molto alle bambine, però trova estimatori anche tra i maschietti. Si tratta di un gioco dinamico, per cui si rivela perfetto quando i bambini risultano ingestibili e, sempre per questo motivo, bisognerebbe sempre tenere un elastico in borsa (anche quando si prevedono lunghe attese per commissioni varie). Come si gioca: si salta un elastico tenuto teso dai polpacci di altri due giocatori. Bisogna saltare a piedi uniti in mezzo e poi lateralmente, agganciando l'elastico con il piede. La sfida è alzare mano a mano l'elastico per rendere la prova di abilità sempre più ardua.

Il gavettone - Requisiti necessari per questo gioco: deve fare molto caldo, si sta a piedi nudi nel parco e bisogna essere provvisti comunque di un cambio (maglietta e calzoncini). Il gavettone è una "bomba d'acqua" e il divertimento consiste nel combattersi a suon di scrosci di acqua fresca. Il gioco base prevede l'utilizzo di palloncini (si acquistano in edicola, in cartoleria o al supermercato) da riempire al rubinetto delle fontanelle, chiudere con un nodino sulla sommità e lanciare agli amichetti. Si tratta di un passatempo rinfrescante ideale per bimbi di età medio-grande. Se non si è provvisti di palloncini, si possono usare bottigliette di plastica (ovviamente, togliendo il tappo e lanciando soltanto l'acqua in esse contenute).

La pista per le biglie - Le mitiche biglie di vetro colorato o con i "ciclisti" esistono ancora, costano poco e garantiscono un'alta dose di divertimento. Ma non si utilizzano solo in spiaggia (luogo delle biglie per eccellenza). Anche in cortile o su un prato, è possibile sfidarsi in una corsa appassionante. Se la pavimentazione è in asfalto si può disegnare il percorso con un gessetto. Se si gioca sull'erba si crea la pista allineando matite o bastoncini del gelato (mai buttarli, con i bambini tornano sempre utili) secondo la propria fantasia. Non però un gioco adatto ai bimbi piccoli perché potrebbero portare alla bocca e/o ingerire le biglie.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali