Regioni d’Italia

Veneto: le vacanze sostenibili tra turismo lento e siti Unesco

Alla scoperta di luoghi celebri o nascosti, culture e produzioni locali tra paesaggi di grande bellezza

07 Mar 2023 - 06:00
1 di 6
© Ufficio stampa  | Venezia, la città più bella del mondo© Ufficio stampa  | Venezia, la città più bella del mondo© Ufficio stampa  | Venezia, la città più bella del mondo© Ufficio stampa  | Venezia, la città più bella del mondo

© Ufficio stampa | Venezia, la città più bella del mondo

© Ufficio stampa | Venezia, la città più bella del mondo

Il Veneto è una delle regioni d’Italia più apprezzate in assoluto dai turisti per le loro vacanze. Oltre a luoghi unici al mondo come Venezia e il Lago di Garda, offre ai viaggiatori tante destinazioni da scoprire in lentezza e all’insegna della sostenibilità, tra cui luoghi nascosti, culture diverse e produzioni locali di grande pregio, ad esempio lungo i tracciati dei Cammini veneti, le rotte del turismo fluviale e i numerosi itinerari da scoprire in bicicletta grazie a una ben sviluppata rete di cicloturismo e al progetto “Cycling in the Land of Venice”.

IL CICLOTURISMO: trend del momento e grande prodotto turistico – Esplorare i luoghi in bicicletta è un trend che contagia numeri crescenti di persone già dagli anni precedenti la pandemia. Negli ultimi mesi, visto l’aumento esponenziale dell’interesse dei viaggiatori nei confronti di questo modo di spostarsi, è stato compiuto un grande lavoro per adeguare e ampliare le infrastrutture, per la manutenzione delle ciclovie, per aprire nuovi itinerari e disporre la necessaria cartellonistica, rispondendo ad una domanda sempre più esigente in maniera efficace, qualitativa ed esperienziale. Gli amanti delle due ruote a pedali hanno solo l’imbarazzo della scelta: dai 50 km delle ciclovia delle isole di Venezia al tracciato della Via delle Valli, 45 chilometri sul Delta del Po, oppure il percorso della Riviera del Brenta, con 60 chilometri tra la natura e le meravigliose Ville del Palladio. 

I CAMMINI VENETI – Molto sviluppata è anche la rete di itinerari da percorrere a piedi che comprende il Cammino delle Dolomiti, il Cammino Fogazzaro – Roi, la Via Romea Germanica, la Romea Strata, il Cammino di Sant'Antonio e la Via Claudia Augusta. Nei prossimi mesi verrà definita una nuova Carta dei Servizi.

TURISMO FLUVIALE – Questo modo alternativo e sempre in lentezza per visitare siti ed esplorare il territorio in modo esperienziale sta riscuotendo consensi crescenti, tanto che un progetto regionale prevede la nascita di nuove reti di impresa come Slow Flow – Veneto Waterways.

LA GRANDE BELLEZZA DEI SITI UNESCO DEL VENETO - Il Veneto declina la sua bellezza in nove siti Unesco, due Riserve della Biosfera MAB (che tutelano la biodiversità e lo sviluppo sostenibile) e due patrimoni immateriali, che valorizzano arti e mestieri identitari di una comunità. Il viaggiatore può partire per un ideale Gran Tour percorrendo la Regione dalla laguna di Venezia, la città più bella del mondo, fino alle cime dolomitiche più affascinanti; da Verona, città dell'amore di Romeo e Giulietta, alle colline disegnate dai viticoltori eroici di Conegliano e Valdobbiadene, dagli affreschi di Giotto a Padova ai bastioni della "Serenissima" sul Lago di Garda; e ancora ci sono I siti palafitticoli preistorici dell'arco alpino, l'Orto Botanico di Padova, la città di Vicenza e le ville palladiane del Veneto.  Storia, arte, artigianato non solo si offrono nella loro incredibile bellezza, ma arricchiscono una varietà di paesaggi rara in meno di trecento chilometri.

LA BUONA CUCINA - Da non dimenticare in questo meraviglioso viaggio sono i prodotti tipici della tradizione enogastronomica veneta che in poco tempo passa dalle delizie del mare ai sapori della montagna, senza dimenticare le prelibatezze della cucina tipica del Lago di Garda e i grandi vini locali con i quali accompagnare ogni portata. 

LO SPORT E I GRANDI EVENTI SPORTIVI – Il calendario di eventi sportivi, sempre ricco e fonte di richiamo per i numerosi appassionati delle più diverse discipline, rende il Veneto ancora più attrattivo per i viaggiatori.  In questa prospettiva rientra anche l'organizzazione dei Giochi Olimpici Invernali Milano-Cortina 2026., un'occasione unica per sviluppare una serie di collaborazioni strategiche e partnership con aziende e consorzi privati, con l’obiettivo di innovare i servizi, rendere inclusiva la montagna e far vivere esperienze in grado di dare un valore aggiunto a tutto il territorio.

IL BENESSERE E LE TERME – Da sempre luogo privilegiato per il benessere, la zona termale e dei Colli Euganei ha iniziato il percorso di candidatura del territorio a Riserva della Biosfera MAB UNESCO. 

Commenti (0)

Disclaimer
Inizia la discussione
0/300 caratteri