On the road

Vacanze in camper: la Danimarca è la destinazione ideale

Desideri partire in totale indipendenza e flessibilità? Ecco gli itinerari più belli

24 Giu 2024 - 06:00
Drejby Strand Camping - ph LABAN Stories © Ente del Turismo

Drejby Strand Camping - ph LABAN Stories © Ente del Turismo

Con i suoi siti storici, i parchi nazionali e la natura rigogliosa, un litorale sempre vicino e con splendide spiagge, gli eccellenti camping e la gustosa cucina, la Danimarca è una destinazione ideale e molto ben attrezzata per gli amanti del plein air e gli appassionati di avventura in camper. Se non si arriva con il proprio mezzo, lo si può noleggiare con Indie Campers.  Esiste persino un museo del campeggio, il primo in Europa, al castello di Egeskov! Ecco qualche suggerimento su dove andare in camper in Danimarca. 

Vacanze in camper: la Danimarca in modalità itinerante

1 di 6
© Ente del Turismo  | Autocamper Kystvejen in Thy - ph Mette Johnsen© Ente del Turismo  | Autocamper Kystvejen in Thy - ph Mette Johnsen© Ente del Turismo  | Autocamper Kystvejen in Thy - ph Mette Johnsen© Ente del Turismo  | Autocamper Kystvejen in Thy - ph Mette Johnsen

© Ente del Turismo | Autocamper Kystvejen in Thy - ph Mette Johnsen

© Ente del Turismo | Autocamper Kystvejen in Thy - ph Mette Johnsen

LA COSTA OCCIDENTALE E IL MARE DI WADDEN – Per chi è alla ricerca di esperienze naturali uniche o di autentiche scoperte culturali, il Parco Nazionale del Mare di Wadden offre esperienze impareggiabili in uno straordinario paesaggio, quali la raccolta delle ostriche e l’osservazione delle foche nel loro habitat naturale. Vale la penna di raggiungere l’isola di Fanø, con la sua natura mozzafiato e la sua atmosfera unica e di visitare Ribe, la città più antica della Danimarca, ed Esbjerg, la più giovane con 150 anni di storia, capitale della costa occidentale e metropoli energetica della Danimarca. Lungo la costa del Mare di Wadden, si trovano campeggi per tutti i gusti, dai piccoli sull'isola di Mandø, accessibili solo con la bassa marea, ai grandi campeggi con strutture di qualità a Fanø, Ribe ed Esbjerg.

LA COSTA NORD-OCCIDENTALE – Si viaggia fra luoghi pittoreschi e paesaggi selvaggi, fra cui Lønstrup, un affascinante villaggio di pescatori sul Mare del Nord, con fantastiche esperienze artistiche; Løkken, famosa per le sue ampie spiagge sabbiose ornate da quasi 5.000 capanne bianche in estate; la natura unica e le attività per una vacanza attiva a Slettestrand e Thorupstrand, che offrono splendide spiagge, attività sportive e sapori locali; Thyborøn, dove il Mare del Nord incontra la calma del Limfjord; il Parco di Thy, con la sua natura incontaminata, un paradiso per gli amanti della vita all'aria aperta; Klitmøller, rinomata per le sue onde impressionanti, che attirano surfisti da tutto il mondo.Tra Thyborøn e il Parco Nazionale di Thy, molte foche riposano sui banchi di sabbia: le si può osservare da vicino grazie a tour in barca.

JUTLAND SETTENTRIONALE - Sulla cima della Danimarca si scoprono paesaggi mozzafiato modellati dall'ultima era glaciale. La natura è grandiosa e affascinante e offre panorami unici e suggestivi. Nella Riserva naturale di Jyske Ås ci sono quasi 40 colline alte più di 100 metri, perfette per escursioni con magnifiche viste panoramiche. Lungo la strada per Frederikshavn, la vista si apre sulla Fortezza di Bangsbo e sulla scogliera di Pikkerbakken, creatasi durante l'era glaciale. Col traghetto si raggiunge Læsø, la più grande isola del Kattegat, famosa per la produzione di sale, i tetti di erba marina che durano circa 350 anni, e altre attrazioni naturali. Seguendo il Percorso Verde (“Den Grønne Tur”) da Frederikshavn ci si imbatte torri di osservazione per i rapaci ideali per gli amanti del birdwatching e in Råbjerg Mile, un'enorme duna mobile soprannominata il “Deserto della Danimarca”. A Grenen, i due mari si incontrano dando vita a uno straordinario fenomeno naturale. Tappa d’obbligo, poi, a Skagen, la città più a nord del Paese: ha il più alto indice di luminosità della Danimarca e, con il suo fascino artistico e bo- hémien e le sue spiagge infinite, è una perla della natura e una vibrante testimonianza dell'arte danese. Infine, da vedere la chiesa di Den Tilsandede Kirk, quasi inghiottita dalla sabbia, e l’insolita spiaggia delle palme vicino a Frederikshavn, che offre un tocco esotico con le sue palme sulla sabbia bianca.

AARHUS E LA SUA REGIONE - Nella regione di Aarhus, la combinazione di natura e vita urbana è perfetta. I campeggi sono situati in magnifiche riserve naturali, vicino a molte attrazioni e spesso offrono piscine e viste meravigliose. Classificata come una delle 10 città europee da non perdere da Lonely Planet, la seconda città più grande della Danimarca è ricca di attrazioni, design e delizie culinarie. Il museo d'arte ARoS, con “Your Rainbow Panorama” di Olafur Eliasson, offre una vista colorata della città e il Moesgaard Museum, dedicato alla preistoria e all'etnografia, è da non perdere. Nei dintorni, il parco nazionale Mols Bjerge, le pittoresche scogliere e il fiordo di Randers sono tutti tesori naturali da scoprire. Il sentiero escursionistico Mols-Bjerge, lungo 80 km, si snoda attraverso una varietà di paesaggi, dalle cime di bassi rilievi metri alle spiagge sabbiose e alle foreste.  Kalø Vig e la sua baia con una vista mozzafiato sulle rovine del castello di Kalø sono siti da non perdere, come da non perdere l’esperienza di attraversa il fiordo di Randers in traghetto, un servizio storico che risale al 1610. A ovest, la regione di Søhøjlandet offre scenari incantevoli. Vi si esplora Mønsted Kalkgruber, la più grande miniera di calcare del mondo, con tunnel e laghi sotterranei.

Per maggiori informazioni: www.visitdenmark.it

Commenti (0)

Disclaimer
Inizia la discussione
0/300 caratteri