FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

WhatsApp vira sui messaggi che si autodistruggono

Lʼultimo aggiornamento beta per Android prevede la nuova funzionalità "in scadenza" con opzione di eliminazione dopo una settimana dallʼinvio

WhatsApp

Si fa sempre più reale l'arrivo dei messaggi che si autodistruggono su Whatsapp. Secondo il sito WABetainfo, l'ultimo aggiornamento beta per Android, ossia la versione 2.20.197.4, prevede la nuova funzionalità "Messaggi in scadenza". Gli utenti potranno così abilitare le chat in scadenza nelle impostazioni in modo che eliminino automaticamente singoli post a sette giorni esatti dall'invio.

Se, dunque, ora la finalità WhatsApp è mantenere più chiare le chat e l'app in generale, eliminando automaticamente i messaggi più vecchi. secondo gli esperti è possibile che all'opzione di eliminazione messaggi dopo una settimana si aggiunga, in una fase più avanzata dell'aggiornamento, anche quella dopo un'ora, un giorno...

 

Inoltre, WhatsApp starebbe lavorando anche all'opzione "Disattiva sempre", che consentirà di silenziare permanentemente un gruppo. Per ora, è possibile farlo per un massimo di un anno; in futuro le chat più noiose potranno essere silenziate senza scadenza.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali