FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Gli Usa chiedono ad Apple e Google di rimuovere TikTok

La Commissione Federale per le Comunicazioni degli Stati Uniti ha inviato una lettera alle due aziende chiedendo la rimozione del social cinese dagli store digitali

TikTok
Ansa

TikTok rischia grosso.

La

FCC

(Federal Communications Commission), agenzia governativa statunitense per le comunicazioni, ha chiesto con una lettera ad

Apple

e

Google

di rimuovere il social dai loro app store. Firmatario dell'iniziativa è

Brendan Carr

, membro della commissione, che su Twitter ha condiviso il testo della richiesta.

 


 


Il social network è di proprietà di

Bytedance

, società cinese. La FCC condanna la presunta violazione delle politiche degli store digitali di Apple e Google. Carr ha indirizzato la lettera a

Tim Cook

, CEO dell'azienda di Cupertino, e

Sundar Pichai

, amministratore delegato di Alphabet. 



"TikTok non è quello che sembra essere. Non è solo un’app per condividere video o meme divertenti - sostiene Carr -. Il social funziona come un sofisticato strumento di sorveglianza che raccoglie grandi quantità di dati personali e sensibili".



Il commissario federale nominato da

Trump

nel 2018 cita il rapporto di BuzzFeed News, secondo cui gli ingegneri cinesi del social abbiano avuto accesso a dati non pubblici di utenti statunitensi tra settembre 2021 e gennaio 2022. La conferma è arrivata in oltre 80 riunioni tra dipendenti di TikTok. 



La portavoce del social

Maureen Shanahan

ha risposto all'inchiesta di BuzzFeed News con una breve dichiarazione: "Sappiamo di essere tra le piattaforme più esaminate dal punto di vista della sicurezza e miriamo a rimuovere ogni dubbio sui dati degli utenti statunitensi. Ecco perché assumiamo esperti nei loro campi, lavoriamo continuamente per convalidare i nostri standard e coinvolgiamo terze parti affidabili e indipendenti per testare le nostre difese". 


tiktok
Ansa


TikTok aveva già resistito ai tentativi di Trump di bloccare l'applicazione, con divieti mai applicati. Nel giugno 2021 il presidente

Joe Biden

ha revocato gli ordini esecutivi del suo predecessore che tentanvano di costringere ByteDance a cedere il social a una società statunitense.



Brendan Carr nella lettera ha spiegato: "TikTok è di proprietà di ByteDance, con sede a Pechino, un’organizzazione legata al Partito Comunista Cinese. È chiaro come rappresenti u

n rischio inaccettabile

per la sicurezza nazionale a causa della sua vasta raccolta di dati combinata con l’accesso apparentemente incontrollato dalla Cina di dati sensibili".


TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali