FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Australia, ottenuta la connessione Internet più veloce del mondo

I dati viaggiano fino a 44,2 terabit al secondo. I risultati della sperimentazione, avvenuta a Melbourne, sono stati pubblicati sulla rivista Nature Communication

fibra ottica tlc banda larga internet

Scaricare mille film in HD in una frazione di secondo: è quanto permette di fare la connessione Internet più veloce al mondo. Si tratta di un record che è stato reso possibile grazie a un chip ottico costruito in Australia dai ricercatori della Monash University di Melbourne, guidati da Bill Corcoran. I risultati della sperimentazione sono stati quindi pubblicati sulla rivista Nature Communications

Spinti dalla grande domanda mondiale durante la pandemia, gli studiosi hanno sviluppato una connessione capace di far viaggiare i dati a 44,2 terabit al secondo da una singola fonte di luce, e di supportare connessioni ad alta velocità per 1.8 milioni di famiglie a Melbourne e contemporaneamente miliardi nel mondo durante i periodi di picco.

 

Dimostrazioni simili finora si erano viste solo in laboratorio, ma ora i ricercatori hanno raggiunto questa velocità usando le infrastrutture esistenti. Hanno modificato le modalità con cui si generano le frequenze di luce per trasportare i bit lungo i cavi. Il nuovo metodo sostituisce 80 laser con un singolo dispositivo - un chip ottico noto come micro-pettine - più piccolo e leggero dell'hardware che si utilizza per la comunicazione su Internet.

 

"Ciò che il nostro studio dimostra è la capacità delle fibre già sul campo di essere la spina dorsale di reti di comunicazione ora e in futuro. Abbiamo sviluppato qualcosa che è modulabile sui futuri bisogni", ha spiegato Corcoran. Per provare l'impatto di questi chip ottici, i ricercatori hanno installato 76,6 chilometri di fibre ottiche tra il campus della RMIT university e quello della Monash, riuscendo a mandare il massimo dei dati da ogni canale e simulando un uso al picco, con una larghezza di banda di 4 terahertz. Per il futuro sperano di creare una rete di chip fotonici integrati sfruttando i collegamenti delle attuali fibre ottiche con costi minimi. 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali