FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Su Italia 1 arriva la maratona "Twilight": le curiosità della saga

Dopo il successo di Harry Potter, la rete Mediaset trasmette tutti i film del ciclo che ha per protagonisti il vampiro Edward Cullen e l'umana Bella Swan

Subito dopo la saga di Harry Potter, che ha tenuto compagnia ai telespettatori per un mese, su Italia 1 arriva la maratona di Twilight,  che prende il via da venerdì 10 aprile. Il ciclo di film ha segnato un’epoca e ha per protagonisti il vampiro Edward Cullen e l’umana Bella Swan, interpretati rispettivamente da Robert PattisonKristen Stewart.

La saga di Twilight: la storia d'amore tra il vampiro Edward e l'umana Bella

 

DAI ROMANZI AI FILM - Stephenie Meyer ha pubblicato tra il 2005 e il 2008 la Saga di Twilight, un ciclo di quattro romanzi di genere paranormal romance. I diritti del primo romanzo erano stati venduti alla Paramount ma la sceneggiatura che ne fu ricavata differiva dal libro, e alla fine la major decise di non portare avanti l'operazione, lasciando che i diritti scadessero e passassero alla Summit. Quest'ultima,  ottenuto il progetto nell'aprile del 2007, commissionò la sceneggiatura a Melissa Rosenberg che era contemporaneamente impegnata con la seconda stagione di "Dexter", di cui era la sceneggiatrice principale.

 

LE PELLICOLE DELLA SAGA - Il 21 novembre 2008 arrivò nelle sale "Twiligh", capostipite di un franchise di successo. Sono seguito "New Moon" (2009), "Eclipse" (2010), "Breaking Dawn Parte I" (2011) e "Breaking Dawn Parte II" (2012).

 

EDWARD E BELLA ALTERNATIVI - Difficile oggi immaginare altri due attori in quelli dell'iconica coppia. Ma per interpretare Edward Cullen furono provinati tra gli altri Henry Cavill, Hayden Christensen, Orlando Bloom e Dave Franco.  Stephenie Meyer ha candidamente ammesso che mentre scriveva i romanzi aveva pensato proprio a Henry Cavill. Invece per vestire i panni della romantica Bella Swan era stata opzionata un’allora sconosciuta Jennifer Lawrence.

 

LA MOTIVAZIONE E LA SCELTA DI PATTINSON - Pattinson non conosceva la saga letteraria, ma fece un provino per il ruolo di Edward solo perchè gli era piaciuta Kristen Stewart. vista in "Into the Wild". Per scegliere il partner di BElla, la regista Hardwicke puntò sull’insindacabile legge dell’attrazione e organizzò una sorta di speed-date tra l’attrice e quattro giovani attori, ma la chimica scattò con Pattinson. 

 

REGISTI ALTERNATIVI - La Summit Entertainment aveva cercato di coinvolgere nel progetto registi come Gus Van Sant e Sofia Coppola. Ma alla fine la produzione contattò Catherine Hardwicke perché aveva già realizzato dei film incentrati sul periodo dell’adolescenza come "Thirteen – 13 Anni" e "Lords of Dogtown". In un primo momento la regista era scettica dopo aver visionato cinque potenziali sceneggiature, ma dopo aver letto il primo romanzo firmato da Stephenie Meyer cambiò idea, accettando di dirigere "Twilight".

 

I CAMEO DELLA SCRITTRICE - Stephenie Meyer è comparsa ben due volte all’interno dell’universo cinematografico Twilight. La vediamo in un breve cameo nel primo film in cui interpreta una donna, davanti ad un pc, seduta in una caffetteria, mentre in "Breaking Dawn" è presente al matrimonio della coppia Bella-Edward.

 

CENSURA - La storia di Edward e Bella è sempre stata pensata per un pubblico giovane, quello che negli Usa viene incanalato all'interno del visto censorio PG-13. La scelta ha comportato dei tagli per quello che riguardava le uccisioni e anche la vita sessuale dei due protagonisti. Inoltre dal secondo episodio in poi era stato richiesto alla produzione di rimuovere digitalmente i genitali dei licantropi quando sono senza vestiti e in forma animale.

 

TI POTREBBE INTERESSARE:

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali