FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Sara Tommasi: "Ero bipolare e drogata ma non volevo curarmi"

A "Live - Non è la dʼUrso" la showgirl racconta la propria esperienza shock, tra dipendenza e filmini hard

 

Ospite nello studio di "Live - Non è la d'Urso", Sara Tommasi ha parlato in maniera molto chiara su quanto le è successo negli scorsi anni circa l'abuso di alcol, droga e sesso davanti alle telecamere. "Mi drogavano obbligandomi a girare film hard", sostiene la showgirl nel salotto di Barbara d'Urso. "Mi davano tantissima cocaina. Ero in un vortice dove solo la droga può portare, in quel periodo ero proprio scollegata dal mondo. Un tunnel del quale ho visto l'uscita solamente grazie a mia madre che mi ha portata in ospedale. Lì mi hanno anche diagnosticato il bipolarismo. Ho tentato più volte di fuggire da lì, non volevo che mi curassero".

 

Ora la sua vita è estremamente diversa, racconta. Ormai è dedita alla fede in Dio, è tornata in sé e ha ripreso per mano la sua vita e gli affetti più cari. "Ho fatto cose delle quali non ho memoria", continua Sara. "La gente in strada mi riconosceva e mi faceva offerte anche spinte, tutto a causa di quello che ho postato su internet. Ma adesso basta: voglio ripulire tramite agenzie quei video e foto in cui non mi riconosco".

 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali