FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Sara Tommasi: "Ero bipolare, ho rischiato di morire"

La showgirl si confessa a "Le Iene" dopo quattro anni da incubo

"Pensavo di non venirne più fuori, pensavo proprio di morirne perché questa malattia non dà lucidità né energia, è come se fossi un automa, una marionetta". Così Sara Tommasi parla a "Le Iene" del disturbo bipolare che ne ha condizionato la vita per molto tempo. "Ero un morto che camminava - ha raccontato -. Il disturbo ti toglie energie, non sei più capace di fare niente, non ti ricordi chi sei, non sai dove andare".

In quegli anni Sara è passata attraverso esperienze terribili, compreso il porno, nel quale è finita perché alcune persone hanno approfittato delle sue fragilità: "Quelle cose non mi appartengono, non le avrei mai fatte - dice lei -. Non ero assolutamente io. Non parlavo bene, non mi ricordavo le frasi ma non ce l’ho con nessuno, do colpa soprattutto a me stessa".

Un periodo difficile che oggi ha superato grazie all’aiuto della famiglia e delle terapie a cui ancora oggi si sottopone: "I farmaci per fortuna mi hanno permesso di uscirne. Per fortuna ho la mia famiglia e mi sento amata".

Sara Tommasi, la svolta imprenditoriale

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali