FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Maria Monsè porta la figlia 14enne dal chirurgo plastico e scoppia la polemica

La showgirl viene duramente attaccata sui social ma lei si difende: "La gente mi dà ragione"

Maria Monsè porta la figlia Perla Maria dal chirurgo estetico per correggere la "gobba" sul naso. Il primo ritocchino a 14 anni viene documentato dal "Settimanale Nuovo" e sui social esplode la polemica. 'Voleva correggere un piccolo difetto e io le ho detto di sì, perché mai una mamma non dovrebbe far felice la sua bambina?", si chiede la showgirl.

LEGGI ANCHE >

Nancy Coppola 10 mesi dopo il bendaggio gastrico: "Non è stata una passeggiata, ma ho 20 chili in meno"

 

Il primo scontro la Monsè lo aveva avuto a "Pomeriggio Cinque" quando da Barbara d'Urso aveva annunciato l'intervento. Allora si era "accapigliata" con Antonella Mosetti, adesso è tutto lo showbiz italiano ad andarle contro. Ma anche i follower su Instagram non perdonano e commentano tutta la loro disapprovazione e il "disgusto". 

 

Dal canto suo Maria replica: "Tutte le persone che incontro e che hanno visto il risultato mi danno ragione". E sui social tagga lo studio che ha effettuato l'intervento...   

 

TI POTREBBE INTERESSARE:

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali