FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

"La casa di carta 4" è la serie più vista al mondo e per la quinta stagione... c'è già uno spoiler

Secondo qualcuno un dettaglio della sigla finale sarebbe lʼindizio per immaginare come inizierà la prossima stagione

la casa di carta 3 primo trailer

Era attesa da mesi e il pubblico ha risposto nel migliore dei modi. Il successo de "La casa di carta 4" è travolgente. Uno studio ha verificato che al momento è la serie più vista al mondo, superando blockbuster come "Il trono di spade" o "The Walking Dead". E per la quinta stagione ci sarebbe un indizio nascosto in un dettaglio della sigla finale... 

LEGGI ANCHE: Lisbona de "La Casa di Carta" positiva al coronavirus: Itziar Ituño in quarantena

 

L'indagine sulla penetrazione della serie spagnola nel pubblico mondiale è stata condotta da Parrot Analytics che ha verificato come "La casa di carta 4", dal 3 al 5 aprile sia stata richiesta a livello globallo 31,5 volte più di altre serie di successo, e il 99,3% in più in confronto alle altre serie drammatiche. Un successo globale, che si è sviluppato molto di più in Paesi come Italia, Francia e Stati Uniti che non in Spagna stessa, dove invece non ha mai sfondato (al punto che dopo la prima stagione stava per essere cancellata).

 

ATTENZIONE SPOILER (dopo la gallery)

 

 

"La casa di carta" senza veli: tutti i nudi delle protagoniste della serie

Tra le serie tv è il fenomeno del momento: "La casa di carta", di cui è appena uscita l'attesissima terza stagione, scatena commenti in Rete. Tra i motivi del suo successo anche la personalità e l'avvenenza delle sue protagoniste femminili, che spesso sono il cardine della vicenda. Da Ursula Corberò (Tokyo) ad Alba Flores (Nairobi) ecco una carrellata di scene sexy da loro interpretate in ruoli precedenti a "La casa di carta".

leggi tutto

-

-

-

-

-

Per quanto riguarda invece lo spoiler di ciò che potrebbe accadare nella quinta stagione (già in produzione ma al momento ferma come tutto il resto a causa dell'emergenza coronavirus), bisogna partire dal finale della quarta, dove Alicia Sierra, la determinatissima poliziotta senza scupoli che ha gestito il caso a partire dalla terza stagione, è arrivata nel nascondiglio del nemico. Sembra la mossa da scacco matto, alla quale impossibile sottrarsi ma... 

 

Ma la sorpresa potrebbe essere in un cambio di casacca, come già avvenuto per Raquel Murillo/Lisbona (anche se in quel caso c'era di mezzo l'amore). A suggerire questo sviluppo è il fatto che la sigla finale della stagione è cantata da Najwa Nimri, l'attrice che interpreta Sierra. E la canzone è "Bella ciao", canzone amatissima da Berlino e cantata da tutto il gruppo nella prima stagione. Tanto più che il personaggio di Sierra nell'ultima stagione ha mutato pelle, con dettagli e sviluppi che hanno contribuito a umanizzarlo e a renderlo più interessante agli occhi del pubblico.

 

D'altra parte potrebbe trattarsi di un caso come di un falso indizio per confondere le acque. La Nimri è infatti oltre che un'attrice anche una cantautrice e quindi il fatto che abbia cantato lei la sigla potrebbe essere naturale così come potrebbe esserlo il fatto che sia stata scelta quella canzone, diventata iconica per caratterizzare la serie.  

 

POTREBBE INTERESSARTI:

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali