FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Bufera sulla De Panicis: scherza sul coronavirus e il web insorge

Lʼinfluencer ed ex concorrente del "Grande Fratello Vip" ha chiesto scusa dopo una frase infelice sulle restrizioni al nord

Aveva messo le mani avanti, ma non è servito a nulla. Le frasi infelici di Elisa De Panicis sul coronavirus e la discrepanza tra nord e sud l'hanno fatta finire per nell'ennesima volta al centro di una bufera. “Lo so che adesso tante persone inizieranno a scrivermi delle cose tipo super cattivissime in privato sui messaggi - ha premesso su Instagram - Però per una volta il sud ha vinto contro il nord". Apriti cielo. Il web è insorto e l'influencer che ha recentemente parteciapato al "Grande Fratello Vip" ha chiesto scusa. 

LEGGI ANCHE>

Elisa De Panicis innamorata del milanista Theo Hernandez

 

"Perché quelli del nord non possono scendere - spiegava - Per una volta tutti i milanesi, i lombardi e i veneti hanno bisogno di andare al sud e non possono farlo. Questa per me è la cosa più bella del Coronavirus. Che dire? Finalmente. Per una volta ragazzi ce l’abbiamo fatta".

 

Subito dopo però è stata "costretta" a chiedere scusa. E ha cambiato versione: "Sono stata travisata e chiedo scusa". 

 

TI POTREBBE INTERESSARE:

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali