FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Will Smith confessa: "Il sesso sul set? E' la parte peggiore del mio lavoro"

L'attore ha inoltre confessato che c'è stato un periodo in cui l'orgasmo lo nauseava

In casa Smith cambiamenti in testa, Jada Pinket rasata e Will è grigio

E' uno dei sex symbol della tv e del cinema, ma per Will Smith non è per niente facile interpretare le scene a luci rosse. Ospite del programma britannico "The Graham Norton Show", per promuovere il suo film "King Richard", l'attore ha infatti dichiarato che i ciak osè sono "la parte peggiore del mio lavoro". Nel suo memoir "Will" ha inoltre confessato che anche nella vita reale, in passato, l'orgasmo era arrivato a nausearlo.

 

 

Parlando della sua carriera, Will Smith ha ammesso che i ciak intimi sono quelli più impegnativi per lui. L'atmosfera sul set sarebbe molto diversa da quella che arriva allo spettatore. "Quando le vedi in un film c'è la musica e il vino. Sul set ci sono questi omoni che reggono il microfono, masticano e ti fissano", ha raccontato divertito.

 

Lui e la moglie Jada Pinkett non hanno mai fatto mistero di essere una coppia molto focosa e libertina, ma prima di incontrarla c'è stato un periodo in cui l'attività sessuale era diventata un problema per lui. Nel suo memoir "Will" ha infatti raccontato che dopo la fine della relazione importante con Melanie, che lo tradì, il sesso divenne una vera e propria malattia.

 

Willow Smith, la figlia "ribelle" di Will non ama le... convenzioni sessuali

"Ero andato a letto solo con un'altra donna a parte Melanie, ma in pochi mesi mi trasformai in una iena. Facevo sesso con tantissime donne e questo faceva male alla parte più profonda del mio essere", ha scritto l'attore nella sua autobiografia. "Ho sviluppato una reazione psicosomatica all'orgasmo. Mi dava la nausea e qualche volta anche il vomito. Ogni volta speravo che la bella sconosciuta fosse quella che mi avrebbe amato e che avrebbe scacciato il mio dolore. Invariabilmente, però, si presentavano i conati e lo sguardo negli occhi delle donne mi faceva stare peggio".

 

Ti potrebbe interessare:

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali