FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Venezia 78, a Jamie Lee Curtis il Leone d’Oro alla carriera 

L'attrice americana premiata al Lido dove ha anche presentato, fuori concorso "Halloween Kills"

Jamie Lee Curtis a Venezia 78: fascino senza età

A quasi 63 anni il fascino senza età di Jamie Lee Curtis è innegabile. Sguardo limpido e sincero, capelli bianchi con il suo inconfondibile pixie cut, l'attrice americana è tutta un sorriso alla 78esima Mostra Internazionale d'Arte cinematografica di Venezia dove ha ricevuto il Leone d'oro alla carriera e ha presentato fuori concorso "Halloween Kills" di David Gordon Green dove interpreta, ancora una volta, Laurie Strode.

 

 

"Ho fatto questo ruolo per 43 anni e tutti noi siamo cambiati nel frattempo, ma alla fine siamo tutti umani in fondo è quello che dice questo film: tutti sono Laurie e hanno paura, siamo insomma tutti nella stessa barca", ha raccontato Jamie Lee Curtis. Mentre sulla politica americana ha spiegato: "Non è un bel momento ma anche in altri periodi storici è stato così. L'America è oggi un Paese diviso più che mai, ma non sempre vince il male spesso viene anche battuto. Donald Trump non è certo l'unica persona che ha diffuso il male e la disinformazione. Questo è un problema molto più grande del signor Trump, è un problema sistemico. Siamo tutti coinvolti".

 

Sulle donne e il cinema oggi: "Penso che le cose stiano cambiando. Se pensi a Patty Jenkins che ha dimostrato come una donna possa dirigere un film di grandi dimensioni come 'Wonder Woman' e avere anche molto successo. E poi c'è 'Black Widow' con Scarlett Joansoon che è un film con al centro le donne. A Venezia poi spero che tutti abbiate visto 'Last daughter' di Maggie Gyllenhall, scritto e diretto e interpretato da donne. Insomma i cambiamenti ci sono e stanno arrivando".

 

Riguardo al cambiamento in atto, la figlia di Tony Curtis e Janet Leigh ha fatto un accenno al figlio transgrender che ora si chiama Ruby: "La bellezza di essere un genitore è che sostieni i tuoi figli durante tutte le loro vite come sei stato sostenuto tu. Ho imparato molto nel vedere mio figlio cambiare genere, in fondo la stessa vita è una metamorfosi costante. Quindi, dal mio punto di vista, è la sua storia da raccontare, non la mia". E a questo proposito conferma che il prossimo anno celebrerà proprio le nozze di Ruby.

 

 

L'attrice è rimasta molto divertita quando viene a sapere che "Una poltrona per due" è un appuntamento fisso nelle vigilie di Natale degli italiani: "È davvero divertente mi fa ridere pensare che i ragazzini italiani guardino quel film e mi vedano giovane". Sui suoi ruoli preferiti ha rivelato che "Halloween, Un pesce di nome Wanda e True Lies sono i film che amo di più. Adoro Una Poltrona per due ed è molto divertente. Quando John Landis mi chiese di fare l'unico ruolo femminile è stato un regalo. E grazie a quello è arrivato Un pesce di nome Wanda".

 

Infine sul Leone alla carriera: "Mi fa piacere ma oggi sono più creativa di prima".

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali