FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Lutto per Adele, morto il padre con cui non parlava da tempo

L'uomo deceduto dopo una lunga battaglia contro il cancro, non aveva rapporti con la figlia dal 1999

adele
instagram

Adele ha detto addio al padre Mark Evans, morto a 57 anni dopo una lunga battaglia contro il cancro. La popstar non aveva rapporti con lui dal 1999 e nemmeno la malattia era riuscita a riavvicinare padre e figlia. Una fonte ha rivelato al "Sun" che "Adele e la famiglia sono ovviamente molto turbati dalla sua morte. Lui ha sempre sperato di poter riallacciare i rapporti, che però sono rimasti inesistenti fino alla fine".

 

 

Nel 1991 Mark Evans, idraulico ed ex alcolista, abbandonò la famiglia quando Adele aveva solo tre anni. Una frattura che non si è mai più sanata, tanto che dal 1999 la cantante aveva deciso di interrompere qualunque rapporto con lui. Il padre negli anni successivi ha cercato di riallacciare i rapporti con la cantante, senza successo. "Ci ha messo un po' per mettere le cose a posto, ma chiaramente era passato troppo tempo", ha continuato la fonte. 

 

Riecco Adele, senza trucco e radiosa per i suoi 33 anni

 

Dopo la morte del nonno paterno, i problemi di Mark con l'alcol peggiorarono. Nel 2011, in un'intervista al "Sun", l'uomo ammise: "In quel periodo, quando lei aveva bisogno di me, sono stato un padre pessimo. Bevevo due litri di vodka e sette/otto pinte birre al giorno. Ho bevuto così per tre anni, Dio solo sa a cosa sono sopravvissuto. Mi vergognavo profondamente e la cosa più gentile che potevo fare per Adele era assicurarmi che non mi vedesse mai in quello stato".

 

Ti potrebbe interessare:

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali