FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Il rapper Nipsey Hussle ucciso in una sparatoria

Colpito vicino al suo negozio di abbigliamento a Los Angeles

Lutto nel mondo del rap americano. L'artista di origini eritree Nipsey Hussle è stato infatti ucciso a colpi di arma da fuoco vicino al suo negozio di abbigliamento a Los Angeles e altre due persone sono rimaste ferite. Lo ha reso noto la polizia, riporta Cnn. Il mese scorso, con il suo album d'esordio "Victory Lap", aveva ricevuto la sua prima nomination ai Grammy Awards nella categoria miglior album hip hop.

Hussle avrebbe dovuto incontrare il capo della polizia di Los Angeles, Michael Moore, per discutere su come fermare la violenza tra bande nella metropoli. Il suo ultimo messaggio su Twitter recita: "Avere nemici forti è una benedizione".

Nel 2010 il musicista, il cui vero nome era Ermias Davidson Asghedom, aveva fondato la casa discografica All Money In e l'anno scorso aveva aperto il suo negozio di abbigliamento a Los Angeles con il marchio Marathon Clothing. Recentemente aveva ricevuto una nomination ai Grammy Awards grazie al primo disco "Victory Lap", che ospita artisti del calibro di Puff Daddy, Kendrick Lamar, YG, The-Dream, Cee Lo Green, Marsha Ambrosius e Dom Kennedy.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali