FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Grammy Awards, Kendrick Lamar fa incetta di nomination

Cʼè anche un poʼ di Italia in corsa per i premi che saranno assegnati il 10 febbraio: il film di Luca Guadagnino "Chiamami col tuo nome" candidato per "best compilation soundtrack"

Grammy Awards, Kendrick Lamar fa incetta di nomination

Sono state annunciate le nomination per i prossimi Grammy Awards che saranno assegnati il 10 febbraio allo Staples Centre di Los Angeles. A fare incetta di candidature è il rapper premio Pulitzer Kendrick Lamar, che concorrerà in otto categorie. C'è anche un po' di Italia visto che il film di Luca Guadagnino "Chiamami col tuo nome" è in lizza per è in lizza per il premio "best compilation soundtrack for visual media".

Le nomination sono state annunciate oggi, in ritardo di una settimana, posticipate per rispettare il lutto della morte del presidente degli Stati Uniti George H.W. Bush avvenuta il 30 novembre. Dietro a Lamar gli artisti con il maggior numero di nomination sono Drake con sette, Lady Gaga e Cardi B con cinque.

Come con l'anno scorso, l'hip-hop domina su tutta la linea, anche se nel 2018 la Recording Academy è stata oggetto di aspre critiche dopo aver lasciato a bocca asciutta il magnate rap Jay-Z ed aver escluso lo stesso Lamar dalle categorie generali. Grazie al successo del film "Black Panther", però, quest'anno Lamar ha la possibilità di riscattarsi e di vincere l'ambito premio per l'Album dell'anno. Anche la sua canzone "All the Stars" è in lizza per "Record of the Year" e "Song of the Year".

Sei dei candidati come miglior nuovo artista sono donne, la cui presenza nelle categorie principali segna un netto distacco dal precedente gala, che aveva visto il sesso femminile snobbato nei premi più importanti. Un cambio di rotta dettato dalle critiche dello scorso anno, tanto che l'Academy ha deciso di allargare le quattro maggiori categorie da cinque nomination a otto, creando anche una task force per la diversità proprio per rispondere alle accuse di essere troppo maschile e troppo bianca. I grandi "esclusi" dell'edizione 2019, invece, sono Jay-Z e la moglie Beyoncé, che l'anno scorso avevano giudato la classifica delle nomination. I due, infatti, non compaiono in nessuna delle categorie principali, nonostante il successo del loro progetto congiunto "Everything is Love". I Carters hanno ottenuto due nomination per le categorie R&B e miglior video musicale, mentre la solitamente favorita Taylor Swift si accontenterà di gareggiare solo per il miglior album pop.

Oltre a Guadagnino un pezzetto di Italia sarà rappresentato da Michael Giacchino, nato negli Stati Uniti da famiglia di origini italiane, che è in gara per "Best score soundtrack for visual media" con "Coco".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali

OGGI SU PEOPLE