FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Armie Hammer si difende dopo lo scandalo ma è fuori dal film con Jennifer Lopez

Lʼattore non sarà più il protagonista della pellicola "Shotgun Wedding" e respinge le accuse: "Solo stronzate"

Lo scandalo che ha coinvolto Armie Hammer, accusato di cannibalismo, si allarga a macchia d'olio. Spuntano nuove presunte chat e soprattutto un video in cui lecca polvere bianca dalla mano di un amico mentre è in auto. E se l'ex moglie chiede subito un ricovero, attraverso il suo portavoce l'attore prova a difendersi. Definisce delle"stronzate" i gossip e annuncia che non sarà al fianco di Jennifer Lopez nel nuovo film "Shotgun Wedding".

Armie Hammer, il bello di Hollywood accusato di essere un cannibale

 

 

Un portavoce della casa di produzione del film ha parlato con "Variety": "La data di inizio di 'Shotgun Wedding' è imminente e Armie ha chiesto di non partecipare al film e noi lo sosteniamo nella sua decisione".

 

Hammer ha quindi rilasciato una dichiarazione: "Non sto rispondendo a quelle che definisco stronzate, ma alla luce dei viziosi attacchi online contro di me non posso lasciare da soli i miei figli per quattro mesi per girare un film nella Repubblica Domenicana". 

 

TI POTREBBE INTERESSARE:

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali