FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Addio a Ray Liotta, il "bravo ragazzo" di Scorsese

L'attore aveva 67 anni e si è spento nel sonno nella Repubblica Dominicana dove stava girando il film "Dangerous Waters"


Addio a Ray Liotta, le foto delle sua carriera

Ray Liotta è morto a 67 anni.

Lo confermano i media americani. L'attore di "

Quei bravi ragazzi

" di Martin Scorsese sarebbe deceduto nel sonno mentre si trovava nella Repubblica Dominicana dove stava girando il film "Dangerous Waters". Liotta era prossimo alle nozze con Jacy Nittolo.

 



 


Secondo quanto riporta TMZ, la morte non sarebbe sospetta, né conseguenza di un reato.


 


Ray ha lavorato in soap opera, film tv e musical, in ruoli sempre diversi, finché nel 1986, grazie Melanie Griffith ottiene il ruolo di Ray Sinclair in "Qualcosa di travolgente".


 


 Nel 1990 Martin Scorsese lo vuole per il film "Quei bravi ragazzi" nel ruolo del protagonista (Henry Hill), un italo-irlandese che cerca di fare strada nella mafia americana, ruolo che lo rende famoso in tutto il mondo. 


 


Nonostante la sua popolarità sia legata soprattutto ai primi anni Novanta, che lo vedono emergere come sex symbol, Liotta continua a lavorare con registi come Guy Ritchie (Revolver), Ridley Scott (Hannibal) e Ted Demme (Blow). 


 


Ti POTREBBE INTERESSARE:



Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali