FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

"Milano per Gaber", Paolo Conte apre lʼedizione che celebra gli 80 anni dalla nascita del Signor G

Durante la dodicesima edizione incontri anche con Elio, Coma_Cose e Willy Peyote

"Milano per Gaber", Paolo Conte apre l'edizione che celebra gli 80 anni dalla nascita del Signor G

Paolo Conte ha inaugurato la dodicesima edizione di "Milano per Gaber". Il 2019 è un anno importante perché coincide con gli 80 anni della nascita del Signor G. Come tradizione, è ancora una volta il Piccolo Teatro il centro delle attività della manifestazione. Tra gli ospiti anche Cesare Cremonini e Willy Peyote. Previsto anche uno spettacolo di teatro-canzone di Lorenzo Luporini e un incontro con Elio.

Paolo Conte ha onorato con la sua prestigiosa presenza alla manifestazione, dialogando con Massimo Bernardini e raccontando, anche a partire da alcuni spunti gaberiani, la sua avventura artistica che lo ha consacrato come uno dei più importanti protagonisti della scena musicale internazionale. Il cantautore ha ricordato la necessità di conoscere l'opera di grandi autori come Giovanni Danzi, prima di commentare la canzone popolare italiana degli anni 50 e 60, elencandone le differenze fondamentali.

Cesare Cremonini, intervistato da Marinella Venegoni, dopo la straordinaria partecipazione a Viareggio al Festival Gaber nel 2005 in cui interpretò una sorprendente versione de “L’Orgia”, ha raccontato il suo rapporto con l’opera di Gaber-Luporini e l’importanza che Giorgio Gaber ha avuto nella sua formazione musicale, culturale e artistica.

Terzo appuntamento della rassegna, "Lo Stallo", unico e autentico spettacolo di teatro-canzone realizzato dopo la scomparsa di Giorgio Gaber e interamente scritto da Sandro Luporini, e interpretata da David e Chiara Riondino.

La Fondazione Gaber pone da sempre particolare attenzione alla musica indie italiana. Clamoroso il successo che ha avuto già nel 2016 la serata "Io ci sono" organizzata dalla Fondazione alla Santeria di Milano con Brunori Sas, Lodo Guenzi de Lo stato sociale, Tommaso Paradiso dei Thegiornalisti e Andrea Appino degli Zen Circus e che prosegue con appuntamenti nel 2019 con artisti ancora una volta particolarmente vicini alle nuovissime generazioni e che, dichiaratamente, hanno in Giorgio Gaber un solido punto di riferimento, come Coma_Cose e Willie Peyote.

Il 6 maggio al Chiostro Nina Vinchi prevista la presentazione del libro "Giorgio Gaber" di Luciano Ceri: sette interviste inedite e una discografia, per la prima volta commentata, per approfondire la storia artistica di Gaber dagli anni 60 fino alla consacrazione del Teatro-Canzone e del Teatro di prosa. Con l’autore interverrà Ricky Gianco. Sempre il 6 maggio, al Piccolo Teatro Grassi ci sarà l’incontro con Elio, protagonista il prossimo autunno de "Il Grigio" di Giorgio Gaber e Sandro Luporini diretto da Giorgio Gallione e prodotto dal Teatro Nazionale di Genova.
Inoltre, l’auditorium di Palazzo Pirelli intitolato a Giorgio Gaber torna dopo qualche anno ad ospitare "Milano per Gaber". Promosso con la collaborazione di Regione Lombardia, la Fondazione proporrà, giovedì 9 maggio, "Gaber e Guccini: onestà e coraggio". Un omaggio a due amici che tanto hanno in comune, attraverso le testimonianze di Teresa Guccini, figlia di Francesco e di Lorenzo Luporini, nipote di Giorgio Gaber.

Nel foyer del Piccolo Teatro Strehler è allestita la mostra "Dolly", dedicata a Dolores Redaelli. Storica collaboratrice del Piccolo Teatro e ideale "sorella" di Giorgio Gaber, Dolly è stata per anni anima del Teatro prima e della Fondazione poi. Anche a lei si deve la nascita del Teatro Canzone quando, insieme a Paolo Grassi, Giorgio Strehler e Nina Vinchi convinse Gaber a lasciare il mondo della canzone e della tv, a favore del rapporto esclusivo con il teatro che dal 1970 diventò il centro della sua esistenza.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali