la scoperta grazie al telescopio James Webb

Trappist-1b, non c'è atmosfera sul pianeta sosia della Terra

La scoperta è stata fatta tramite il telescopio spaziale James Webb, che ne ha misurato la temperatura sotto forma di luce infrarossa

27 Mar 2023 - 17:01
 © ansa

© ansa

Non c'è atmosfera su Trappist-1b, finora considerato un possibile sosia della Terra, che fa parte del sistema planetario più simile al nostro mai scoperto. A spegnere definitivamente le speranze, già abbastanza scarse vista l'estrema vicinanza del pianeta alla sua stella, ci ha pensato il telescopio spaziale James Webb, di Nasa, Agenzia spaziale europea e canadese, che ha misurato la sua temperatura sotto forma di luce infrarossa.

Fotogallery - Scoperto un sistema solare con sette pianeti simili alla Terra

1 di 8
© Ansa © Ansa © Ansa © Ansa

© Ansa

© Ansa

Si tratta del primo rilevamento di questo tipo per un esopianeta così piccolo e lo studio, pubblicato sulla rivista Nature e guidato dall'Ames Research Center della Nasa, è una prima dimostrazione delle capacità del telescopio nell'osservare sosia di dimensioni simili a quelle della Terra.

Trappist-1 è una nana rossa, una stella piccola e fredda distante 39,5 anni luce dal nostro sistema solare, diventata famosa per i sette pianeti che le orbitano intorno. Trappist-1b, in particolare, è il più interno dei sette, con un'orbita che dura solo 1,51 giorni, e riceve dalla sua stella quattro volte l'irraggiamento che la Terra riceve dal Sole.

È proprio grazie alla grande quantità di calore ricevuta che i ricercatori guidati da Thomas Greene hanno potuto misurare la temperatura del pianeta roccioso, che per la parte esposta alla luce della stella arriva a circa 230 gradi. I dati del telescopio Webb, inoltre, indicano che il pianeta è privo del tutto, o quasi, di atmosfera, confermando modelli teorici messi a punto in precedenza.

Trappist-1b ha però tre "fratelli" molto più promettenti di lui, che ricadono nella zona abitabile della stella: sono quelli contrassegnati dalle lettere "e", "f" e "g", che hanno orbite che variano dai 6 ai 12 giorni circa. Secondo alcuni studi, questi tre pianeti sono i migliori candidati per ospitare oceani di acqua allo stato liquido e Trappist-1e, in particolare, potrebbe avere le condizioni giuste per essere abitabile.

Ti potrebbe interessare

Commenti (0)

Disclaimer
Inizia la discussione
0/300 caratteri