FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Tumore, paziente guarisce con l'autotrapianto di cellule staminali potenziate geneticamente

Lʼinnovativa tecnica con linfociti Car T, attualmente in fase di sperimentazione, ha avuto successo nel giro di poche settimane

staminali

Un paziente affetto da linfoma B aggressivo, refrattario al trattamento iniziale con chemioterapia e immunoterapia, è guarito grazie alla terapia con cellule Car T. La cura, attualmente in fase di sperimentazione all'Istituto oncologico della Svizzera italiana, consiste nell'autotrapianto di linfociti T, geneticamente modificati, in grado di aggredire le cellule tumorali. Il trattamento è in via di sperimentazione da agosto.

Il paziente del Ticino, dopo la reinfusione di cellule Car T, è stato ricoverato poco più di 2 settimane. Il trattamento è stato ben tollerato e la successiva verifica della risposta tramite PET-TAC ha confermato la scomparsa della malattia.

 

Nel frattempo, lo studio clinico ha reclutato a livello mondiale tutti i pazienti necessari per permettere il confronto d’efficacia che determinerà se la terapia con cellule Car T diverrà il nuovo standard terapeutico per questi malati. Si attende la divulgazione dei risultati nei prossimi mesi.

 

La tecnica consiste nel prelievo dei linfociti T del malato per modificarli geneticamente in modo che sulla superficie esprimano un recettore chiamato Car. La presenza di Car ha come effetto un potenziamento dei linfociti che li rende in grado, una volta reinfusi nel malato, di riconoscere e attaccare le cellule tumorali presenti nel sangue e nel midollo, fino a eliminarle. Le cellule tumorali sono in grado di ingannare i linfociti normali ed eludere il loro controllo.

 

Le prime sperimentazioni andate a buon fine sono state effettuate in America. Subito dopo le autorità europee hanno dato l'ok per la ricerca in Europa. In Italia, il consenso dell'Aifa è stato sugellato ad agosto. E ora sono diversi gli istituti che hanno iniziato questo tipo di trattamento sperimentale.

 

 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali