FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Stefania Craxi eletta presidente della Commissione Esteri del Senato

"Bisogna immediatamente dare dei segnali chiari: c'è una guerra in corso, bisogna usare la durezza necessaria per condurre a un dialogo", è il suo primo commento. Convocato un consiglio nazionale straordinario del M5s

Con 12 voti a favore, Stefania Craxi, senatrice di Forza Italia, è stata eletta presidente della commissione Esteri del Senato; l'altro candidato, Ettore Licheri del M5s, è rimasto fermo a 9 voti.

La maggioranza parlamentare si è quindi divisa, come era già accaduto durante il vertice dei capigruppo di palazzo Madama, svoltosi martedì sera. Unico astenuto nella votazione, riferiscono fonti di palazzo Madama, è stato Pier Ferdinando Casini.

"Non ho mai fatto una questione di incarichi. Sono onorata di questa scelta della commissione Esteri. La prima cosa che mi sento di dire è che la politica estera di un grande Paese non deve essere un argomento che divide maggioranza e opposizione soprattutto in un momento così delicato della storia del mondo, quindi lavoreremo insieme", ha commentato Stefania Craxi. "Bisogna immediatamente dare dei segnali chiari: c'è una guerra in corso, bisogna usare la durezza necessaria per condurre a un dialogo, la commissione darà segnali in questo senso".


 


"Voglio rivolgere un ringraziamento particolare al mio Presidente, Anna Maria Berini, a cui ascrivo il merito di questa mia elezione, a Forza Italia, da sempre baluardo dei valori atlantici, nelle persone di Antonio Tajani e di Silvio Berlusconi ed a tutte le forze di centrodestra che ancora una volta dimostrano che sulle grandi questioni di fondo trovano sempre le ragioni della loro unità", ha concluso Stefania Craxi. 


 


L'organismo parlamentare si è insediato per la prima volta dopo la decadenza e il rinnovo dei suoi componenti in conseguenza delle dimissioni di massa date dalla quasi totalità dei suoi membri per protestare contro le posizioni sulla guerra in Ucraina assunte dal presidente precedentemente in carica, Vito Petrocelli (M5S ma in attesa di espulsione).


 



 


Petrocelli lascia il gruppo M5s e approda a Cal

- Petrocelli ha deciso di lasciare il gruppo M5S e di approdare a Cal. "Il gruppo Costituzione Ambiente Lavoro - Alternativa - PC - IDV accoglie il presidente Petrocelli, vittima della prepotenza governativa e della vigliaccheria delle forze parlamentari di maggioranza", spiega il presidente del gruppo Cal in Senato, Mattia Crucioli. "Essere l'unica forza di opposizione con una chiara idea politica e una reale prospettiva, oltre a tenerci in sintonia con i cittadini, ci consente di essere la sola compagine accogliente per tutti coloro che non si piegano alla visione guerrafondaia di un governo che non rappresenta gli interessi degli italiani".


 


M5s: consiglio straordinario dopo elezioni commissione Esteri 

- Convocato da Giuseppe Conte un consiglio nazionale straordinario del M5s dopo l'elezione di Stefania Craxi a presidente della Commissione Esteri del Senato. L'ex premier vuol capire le dinamiche che hanno portato il Movimento a perdere la presidenza della commissione.


TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali