FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Bologna, Salvini deride un ragazzo dislessico sul palco delle Sardine

"Se pensano di fermarci così abbiamo già vinto", scrive il leader della Lega su Facebook pubblicando il video di un 21enne che soffre di Dsa e che replica: "Orgoglioso di come sono. Querelerò Salvini"

Matteo Salvini procede con la campagna elettorale in vista delle regionali del 26 gennaio in Emilia-Romagna. Mercoledì il leader della Lega era a San Pietro in Casale, nel Bolognese, e in concomitanza al suo intervento alcuni oppositori si sono riuniti in un flash mob organizzato dalle Sardine. Sul palco è salito un 21enne, dislessico, il cui discorso, tagliato, è stato pubblicato su Facebook da Salvini con il commento: "Se pensano di fermarci così abbiamo già vinto". 

 

Il video su Facebook: "Contestatori un po' impacciati" - Nel video, intitolato "Contestatori un po' impacciati" e pubblicato sui social dal leader della Lega, si vede Sergio Echamanov, questo il nome del ragazzo, in alcuni momenti di incertezza. "Guardate la carica e la grinta che avevano pesciolini e sinistri poco fa a San Pietro in Casale. Se pensano di fermarci così... abbiamo già vinto!", ha scritto Salvini deridendo il discorso del giovane e scatenando i commenti degli utenti.

 

Il commento: "Orgoglioso di come sono" - "Sono Dsa (disturbi specifici di apprendimento) e ne sono orgoglioso: talvolta hai difficoltà nelle esposizioni, ma stavolta c'entra poco. In realtà non ero preparato a parlare in quel momento, ha giocato più l'emozione. Credo in una politica che non brutalizzi l’umano, ma che renda libero ogni essere umano di essere ciò che è", ha commentato il 21enne protagonista del video. 

 

"E ora scatterà la querela" - "Quanto mi ha fatto Salvini non mi ferisce, ma contro di lui farò partire una querela", continua ancora il giovane, che fa il rappresentante porta a porta. Non teme per il suo lavoro, l'azienda non lo licenzierà. Ma qualche problema potrebbe averlo con i clienti, che lo potrebbero attaccare per le sue idee politiche dal momento che, precisa Sergio, "il livello di razzismo e di odio in Italia è cresciuto a dismisura". 

 

 

 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali