FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Salvini attacca il governo: "Sul 5g qualcuno è pagato dalla Cina?" | Replica Patuanelli: "Non siamo come loro a Mosca"

Il leader della Lega avvisa il governo: "Non possiamo svendere il nostro Paese a una dittatura come quella di Pechino".

LaPresse

"Quando il ministro dello Sviluppo economico dice sui telefonini, sul Huawei, o sul 5G c'è l'intesa, ecco o non capiscono, o qualcuno paga perché qualcuno non capisca". Questo il duro attacco di Matteo Salvini, durante un incontro pubblico a Bormio, parlando del 5g. Immediata la replica del ministro pentastellato Stefano Patuanelli: "Non siamo mica al Metropol", riferendosi all'hotel moscovita al centro del caso dei presunti fondi russi alla Lega.

"Il mondo passa attraverso la tecnologia e anche qua lo scontro sarà tra i Paesi del Patto Atlantico e la Cina e le dittature varie. Ecco quando il signor Grillo entra ed esce dall'ambasciata cinese, avanti e indietro, e quando il ministro dello Sviluppo economico dice sui telefonini, sul Huawei, o sul 5G c'è l'intesa, ecco o non capiscono, o qualcuno paga perché qualcuno non capisca, tertium non datur", ha detto il leader della Lega a Bormio. Per poi proseguire: "Io non vorrei che il futuro del nostro Paese venisse svenduto, per motivi politici ed economici a quella che è una dittatura. Perché la Cina è una dittatura".

 

"Se uniamo la dittatura cinese al fanatismo islamico è finita. C'e' uno scontro tra la libertà e il regresso, i diritti e la negazione dei diritti", ha aggiunto Salvini.
 

5g
Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali