FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

West Virginia, uomo spara alla folla a un party | Donna armata reagisce e lo uccide

L'aggressore era stato invitato a non parcheggiare la sua auto nello spazio dove si teneva la festa. L'uomo è tornato poco dopo armato di un fucile semiautomatico per compiere l'ennesima strage, questa volta evitata

Texas, proteste alla convention della lobby americana delle armi: "Sangue sulle vostre mani"

A Houston, in Texas, si apre tra le proteste la convention annuale della National Rifle Association, la potente lobby delle armi americana. Una folla di manifestanti con slogan e cartelloni ha accusato i protagonisti dell'incontro di avere "sangue sulle mani" proprio di fronte alla sede della Nra. A pochi giorni dalla strage nella scuola elementare di Uvalde infatti in molti ritengono che l'assemblea, tra i cui partecipanti figura anche l'ex presidente Donald Trump, sia fuori luogo. Duramente criticato anche il video d'apertura della convention che, presumibilmente girato prima della strage nella scuola, mostrava famiglie sorridenti in un negozio di armi, ragazzi e bambini che imbracciano fucili semiautomatici, mitragliatrici e pistole disponibili su scaffali come fossero frutta e verdure. Nelle immagini anche l'invito a tutti di partecipare all'evento per vedere "migliaia di armi".

Leggi Tutto Leggi Meno

Negli Stati Uniti una donna ha usato la sua pistola per uccidere un uomo, che dalla propria auto aveva iniziato a sparare con un fucile semiautomatico contro la folla a un party in strada e che avrebbe potuto compiere un'altra strage.

È successo mercoledì a

Charleston, in West Virginia

. La donna, che era fra i partecipanti a una festa di compleanno davanti a un condominio, possedeva regolarmente l'arma. L'episodio è avvenuto nel pieno delle polemiche sulla necessità di limitare la libertà di portare armi, prevista dalla Costituzione Usa, riaccesa

dalla strage alla scuola elementare a Uvalde, in Texas.

 



 


Dennis Butler, 37enne con precedenti penali, era stato invitato ad allontanarsi e a non parcheggiare la sua auto nello spazio dove si teneva il party. Secondo quanto riferito dalla polizia locale, Butler è tornato poco dopo armato di un fucile semiautomatico Ar-15, spesso usato nelle stragi in America, e
ha iniziato a sparare dall'auto contro la folla, tra cui molti bambini. La donna, della quale non è stata rivelata l'identità e che non aveva esperienza nelle forze di sicurezza né particolare addestramento, invece di cercare riparo, ha estratto la sua arma e ha sparato contro l'uomo, uccidendolo.


 


"La donna è  solo un membro della comunità che portava la sua arma legalmente", ha spiegato il portavoce della polizia, Tony Hazelett. "Invece di fuggire o mettersi al riparo, ha affrontato la minaccia e ha salvato diverse vite umane", ha aggiunto.


 


La polizia non ha saputo spiegare come Butler avesse ottenuto il suo fucile, avendo dei precedenti penali.


TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali