FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Strage in una scuola elementare in Texas, le maestre uccise "mentre proteggevano i loro alunni"

Entrambe le docenti sono state definite "eroine" ed erano molto amate

Strage in una scuola elementare in Texas, le vittime

Ancora un bagno di sangue in una scuola elementare negli Usa. A Uvalde, in Texas, un ragazzo di 18 anni ha aperto il fuoco uccidendo almeno 21 persone, di cui 19 bambini e due adulti. Si tratta una delle peggiori stragi della storia d'America che riporta alla memoria il massacro di Sandy Hook del 2012, quando il 20enne Adam Lanza uccise 26 persone di cui 20 bambini.

Leggi Tutto Leggi Meno

Eva Mireles e Irma Garcia, le due maestre morte nella strage alla scuola elementare di Uvalde, in Texas, hanno perso la vita mentre cercavano di proteggere i loro alunni.

Lo hanno raccontato la zia di Mireles, Lydia Martinez Delgado, al New York Times, e il nipote di Irma sui social.

Mireles, che aveva poco più di 40 anni, lavorava nella scuola elementare di Uvalde da 17 anni. Era sposata e aveva una figlia. "Era molto amata ed era orgogliosa di essere un'insegnante", ha detto ancora la zia al New York Times. Le ha fatto eco la cugina della maestra, Amber Ybarra, che ai microfoni del Today Show della Nbc, ha dichiarato: "È stata un'eroina. Era una persona incredibile. La sua risata era contagiosa e ci mancherà. Ha messo il cuore in tutto ciò che ha fatto".


 


La 46enne

Garcia

 lavorava nella scuola elementare di Uvalde da 23 anni. Era sposata e aveva quattro figli. Uno di loro ha raccontato che un suo amico delle forze dell'ordine che era sul posto ha visto la madre proteggere i suoi studenti. "La mia 'tia' non ce l'ha fatta, si è sacrificata proteggendo i bambini nella sua classe. È morta da eroe. Era amata da molti e ci mancherà davvero. Vi prego di pensare alla mia famiglia quando pregate", ha invece scritto il nipote sui social.


TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali