FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Von der Leyen: "Cambiare i Trattati per riformare l'Ue" | Il no di tredici Paesi: "Proposta sconsiderata e prematura"

Il presidente della Commissione auspica riforme senza tabù ed esalta il contributo dei cittadini: "La democrazia non si esaurisce con elezioni, conferenze o convegni". Macron: "Decidere a 27 ci rallenta"

Ansa

"I cittadini, con le loro proposte, hanno detto all'Ue dove vogliono che questa Europa vada e ora sta a noi prendere la via più diretta: modificare i Trattati dove è necessario".

Lo ha detto il presidente della Commissione Ue,

Ursula von der Leyen,

alla sessione finale della

Conferenza sul futuro dell'Europa

a Strasburgo. "Il voto all'unanimità - ha aggiunto -, in alcune aree chiave della politica europea, semplicemente non ha più senso se vogliamo essere in grado di muoverci più velocemente". La

proposta viene bocciata da 13 Paesi

: "Cambiare i Trattati sarebbe sconsiderato".

 


Macron: "Decidere a 27 ci rallenta" -

A proposito di unanimità, sul tema si è espresso anche il presidente francese Emmanuel Macron. "Decidere tutto a 27 ci rallenta. I capi di Stato e governo non si riuniscono mai in formato zona euro, siamo gli unici condomini che non si riuniscono mai per prendere decisioni sul nostro palazzo, come accade per Schengen, è sbagliato. C'è un'avanguardia che vuole procedere più velocemente per mostrare la strada. Conosco i timori, ma l'Europa a più velocità esiste già. Non dobbiamo escludere nessuno ma i più reticenti non possono bloccare tutto", ha spiegato a Strasburgo in occasione della Giornata dell'Europa.


 


13 Paesi Ue contro la modifica dei Trattati: "Sconsiderato"

- Sono contrari alla modifica dei Trattati Bulgaria, Repubblica Ceca, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Lituania, Lettonia, Malta, Polonia, Romania, Svezia e Slovenia che si sono espressi attraverso un non-paper (documento informale) diffuso dopo la chiusura dei lavori. Avviare un processo per cambiare i Trattati, scrivono, sarebbe "sconsiderato e prematuro" e rischierebbe "di togliere energia politica all'importante compito di trovare soluzioni alle domande dei cittadini" e "alle sfide geopolitiche urgenti che l'Europa deve affrontare".   


 


Von der Leyen: "Riforme senza tabù" -

"Sarò sempre dalla parte di coloro che vogliono riformare l'Ue per farla funzionare meglio", ha sottolineato poi la von der Leyen, indicando di voler lavorare in questa direzione "senza tabù e senza alcuna linea rossa ideologica. Ora sta a noi prendere la via più diretta. Utilizzando tutti i limiti di ciò che possiamo fare all'interno dei Trattati e, sì, modificando i Trattati dove necessario", ha ribadito. 


 


Il valore dei cittadini per la democrazia -

La von der Leyen ha detto di accogliere "con favore il fatto che per la prima volta in assoluto il Parlamento europeo sia pronto a usare i suoi poteri per proporre una Convenzione". E questo modus operandi lo ha definito "una forma di democrazia che funziona. E credo che dovrebbe diventare parte del nostro modo di fare politica. Questo è il motivo per cui proporrò che, in futuro, diamo ai gruppi di cittadini il tempo e le risorse per formulare raccomandazioni prima di presentare alcune proposte legislative chiave. Perché la democrazia non si esaurisce con elezioni, conferenze o convegni. Ha bisogno di essere lavorata, nutrita e migliorata ogni giorno", ha aggiunto. 


 


Pace e progresso -

Con la Conferenza sul futuro dell'Europa, infatti, i cittadini europei "ci hanno detto che vogliono costruire un futuro migliore rispettando le promesse più durature del passato. Promesse di pace e prosperità, equità e progresso. Di un'Europa sociale e sostenibile", ha spiegato la von der Leyen. 


 


Pensiero per Sassoli -

 Infine, la von der Leyen poi ha rivolto un pensiero a David Sassoli. "La democrazia non è passata di moda, ma deve aggiornarsi per continuare a migliorare la vita delle persone. Queste le parole di David Sassoli - un grande europeo che è stato qui un anno fa per lanciare questa conferenza. Ci manca moltissimo a tutti e oggi ho un posto speciale per lui nel mio cuore. E sono orgogliosa che cittadini di ogni angolo d'Europa abbiano dato vita alla sua visione di una democrazia europea moderna e vibrante".


 


 


TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali