60° GIORNO DI GUERRA

Blinken arrivato a Kiev, subito il colloquio con Zelensky | Fallito il corridoio umanitario a Mariupol | Unhcr: i profughi ucraini sono oltre 5 milioni

Raid su Odessa: otto morti. Attesi nella capitale ucraina il segretario di Stato e il responsabile della Difesa americani Blinken e Austin. Gli ingressi di profughi ucraini in Italia superano quota 100mila

24 Apr 2022 - 22:18
LIVE
Ultimo aggiornamento: 2 anni fa
1 di 38
© Ansa © Ansa © Ansa © Ansa

© Ansa

© Ansa

È il 60° giorno di guerra tra Russia e Ucraina. L'offensiva russa non si ferma nemmeno durante la festività ortodossa, nonostante l'appello di Kiev a Mosca per una "vera tregua pasquale" in modo da "aprire immediatamente un corridoio umanitario per i civili". A Mariupol falliscono ancora i corridoi umanitari organizzati dagli ucraini. Nei bombardamenti su Odessa sono rimaste vittime almeno otto persone. Altri due bambini uccisi a Donetsk. Arrivati a Kiev il segretario di Stato e il responsabile della Difesa americani Blinken e Austin: subito l'incontro con Zelensky. Sono quasi 5,2 milioni i profughi ucraini che hanno lasciato il Paese dal 24 febbraio, data dell'invasione russa.


"I russi si preparano ad attaccare Kryvyi Rih", la città natale del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, nell'oblast di Dnipro, nell'Ucraina centro-meridionale. A lanciare l'allarme è il capo dell'amministrazione locale, Oleksandr Vilkul, citato dal Kiev Independent, secondo cui l'offensiva è attesa nei prossimi giorni e la città è "assolutamente pronta" a difendersi.


Il segretario di stato Usa Antony Blinken è arrivato a Kiev e sta avendo un incontro con Volodymyr Zelensky. Lo rende noto un consigliere del presidente ucraino.
 


"Due mesi dopo che Putin ha lanciato il suo attacco non provocato e non giustificato contro l'Ucraina Kiev ancora resiste. Il presidente Zelensky e il suo governo democraticamente eletto resta al potere": lo twitta Joe Biden, promettendo che gli Usa continueranno a "sostenere gli ucraini nella loro battaglia per difendere la loro patria".


L'Ucraina ha proposto alla Russia colloqui nei pressi del sito dell'acciaieria Azovstal a Mariupol. Lo rende noto la presidenza ucraina.


Cinque missili russi hanno colpito alcune infrastrutture nella regione di Poltava, nell'Ucraina centrale. Lo ha annunciato il capo dell'amministrazione militare regionale Dmitry Lunin, riporta l'agenzia Unian."L'allarme è ancora in corso, non usciamo allo scoperto", ha aggiunto Lunin. 


Due dozzine di navi russe continuano a incrociare nel Mar Nero. Nel numero sono inclusi anche sottomarini missilistici. Lo riferisce il comando operativo ucraino "Sud", secondo cui persiste la minaccia di attacchi missilistici dal mare.






Vladimir Putin avrebbe "perso interesse" nei negoziati e ora punta a conquistare più territorio ucraino possibile. È l'analisi pubblicata dal Financial Times, che cita tre fonti informate sui colloqui avuti in questo periodo dal presidente russo. Secondo il quotidiano britannico, il mese scorso il presidente russo avrebbe "seriamente preso in considerazione" l'accordo con Kiev ma ora considera i negoziati finiti in un "vicolo cieco" e cerca una "grande vittoria". Ad aggravare la situazione sarebbe stato l'affondamento della Moskva, un colpo "duro" per la Russia.


Si registra l'ennesimo fallimento dei corridoi umanitari che le autorità ucraine cercavano di organizzare da Mariupol. Lo ha riferito la vicepremier Iryna Vereschuk, spiegando che un nuovo tentativo verrà effettuato lunedì. Al momento, i piani di evacuazione non comprendono i civili bloccati all'interno dell'acciaieria Azvostal.


Sono quasi 5,2 milioni gli ucraini che hanno lasciato il Paese dal 24 febbraio, data dell'invasione russa. Lo rende noto l'Unhcr, precisando che il numero esatto è di 5.186.744. Di essi 1.151.000 sono fuggiti dall'Ucraina in aprile contro i 3,4 milioni del mese di marzo. All'interno dell'Ucraina gli sfollati sono oltre 7,7 milioni.


L'esercito russo bombarda i territori occupati nella regione di Kherson con carri armati che battono bandiera ucraina. Lo afferma il comando operativo Sud dell'Ucraina, sottolineando che si tratta di "provocazioni". In particolare, i tank con bandiera ucraina hanno fatto irruzione nella periferia del villaggio di Hrozove. La colonna si è quindi spostata in direzione del villaggio di Molodetske. "Le truppe russe - aggiunge il comando - continuano a esercitare pressioni psicologiche e di fuoco sui civili, svolgono attività di propaganda per aizzare la popolazione contro il governo ucraino ai fini di creare pseudo-repubbliche e screditare le forze armate ucraine con falsi attacchi e bombardamenti".


Il fatto che la guerra in Ucraina "sia in corso, che la nostra gente, i nostri bambini vengano uccisi, chiarisce che l'attuale politica delle sanzioni è insufficiente. Nuove sanzioni devono essere imposte costantemente". Lo ha detto il capo dell'ufficio del presidente ucraino, Andriy Yermak, aggiungendo: "Il sostegno dell'Ue all'imposizione di un embargo completo su energia, gas e petrolio russi, nonché sanzioni contro tutte le banche russe, è molto importante per l'Ucraina".


"Diamo il benvenuto a qualsiasi tentativo di trovare la pace. E se l'arrivo di Papa Francesco potra' contribuire a questo, noi lo aspettiamo. È anche importante che venga a vedere con i suoi occhi cosa è successo qui". Lo ha detto Andrei Golovin, prete della chiesa ortodossa di Bucha, il paese a nord-ovest di Kiev martoriato dai russi, al termine delle celebrazioni per la Pasqua ortodossa. Far portare la croce a due donne, una russa e l'altra ucraina, "è una buona idea di unità, ma una delle due parti deve ammettere le proprie colpe e pentirsi", ha aggiunto riferendosi alla Via Crucis compiuta a Roma.


"Siamo ispirati dalla resilienza dei cristiani ortodossi in Ucraina di fronte alla brutale guerra di aggressione del presidente Putin. Continuiamo a sostenerli e, oggi, auguriamo a loro e a tutti gli altri di celebrare la speranza pasquale e un rapido ritorno alla pace". Lo ha scritto su Twitter il segretario di Stato amerciano Antony Blinken. Ieri il presidente ucraino Volodymyr Zelensky aveva annunciato che avrebbe incontrato Blinken e il ministro della Difesa Austin a Kiev.


Dall'inizio della guerra la Germania ha accolto 376.124 rifugiati dall'Ucraina. La maggior parte di loro sono donne, bambini e anziani. Lo riferisce in un tweet il ministero Federale dell'Interno tedesco.


A due mesi dall'inizio della guerra gli ingressi di profughi ucraini in Italia hanno superato quota 100mila. Sono precisamente 100.306, secondo quanto riporta il sito del Viminale: 51.880 sono donne, 12.426 uomini e 36.000 minori. Le città di destinazione dichiarate all'ingresso in Italia continuano ad essere Milano, Roma, Napoli e Bologna.


"Ho avuto un'importante conversazione telefonica con Erdogan. Alla vigilia del suo colloquio con Putin, ho sottolineato la necessità dell'immediata evacuazione dei civili da Mariupol, compresa l'acciaieria Azovstal", anche per le "truppe bloccate". Lo scrive su Twitter il presidente ucraino Zelensky. "Abbiamo discusso del processo negoziale, il coordinamento con la Turchia e con altri Paesi sulle garanzie di sicurezza per il nostro Stato. Sollevate inoltre questioni relative alle capacità di difesa ucraine e alla sicurezza alimentare globale, che è minacciata a causa del blocco della navigazione nel Mar Nero", aggiunge Zelensky.


Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha sentito l'omologo ucraino Volodymyr Zelensky in una conversazione telefonica incentrata sui negoziati Russia-Ucraina. Lo riferisce l'ufficio della presidenza turca citato dalla Tass. Durante la telefonata, Erdogan ha ribadito la volontà della Turchia di sostenere il processo negoziale, anche con un ruolo di mediazione.



"Oggi, a Pasqua, gli invasori russi continuano a bombardare e tentare di assaltare l'impianto Azovstal nella città assediata di Mariupol, lanciando attacchi aerei sulle teste dei bambini". A dirlo è il vice comandante del reggimento Azov, il capitano Sviatoslav Palamar, in un discorso video, come riferito da un corrispondente di Ukrinform. "Ricordate, proprio ora che condividete le immagini di Pasqua e vi godete la tregua, il nemico sta sganciando bombe sulle teste di bambini innocenti a Mariupol", afferma Palamar aggiungendo che i russi continuano "a lanciare attacchi aerei, sparano con cannoni, carri armati e cannoni navali".


L'Onu chiede una tregua "immediata" a Mariupol per evacuare i civili dalla città ucraina assediata dalle forze russe.


Hanno 14 e 5 anni le ultime due piccole vittime ucraine, rimaste uccise a Donetsk dove la loro casa è stata distrutta durante i combattimenti tra russi e ucraini. Lo ha comunicato in un tweet il governatore della Regione, Pavlo Kyrylenko. Nelle ultime due settimane Mosca ha intensificato la sua offensiva nella regione del Donbas, secondo i funzionari ucraini, con pesanti combattimenti segnalati quasi quotidianamente nelle Regioni di Donetsk e Luhansk. Secondo l'ultimo rapporto dell'Onu, aggiornato al 21 aprile, sono 184 i bambini uccisi e 286 quelli feriti dall'inizio dell'invasione russa dell'Ucraina.


1 di 38
© Ansa © Ansa © Ansa © Ansa

© Ansa

© Ansa


Un nuovo tentativo per aprire un corridoio umanitario a Mariupol è in corso: la vicepremier Iryna Vereschuk ha annunciato, su Telegram, l'inizio delle operazioni a partire dalle 12 ora locale (le 11 in Italia). Lo riporta la Bbc online. I cittadini che riuscissero ad essere evacuati verrebbero portati a Zaporizhzhia. I passati tentativi di aprire corridoi sono falliti, con accuse reciproche da parte di Kiev e Mosca circa le responsabilità. Vereschuk ha messo in guardia i civili, chiedendo di "stare attenti e vigili": il rischio - ha detto - è che i russi possano organizzare un "corridoio parallelo che porti in territori russi".


Mykhailo Podolyak, alto negoziatore ucraino e consigliere del presidente Zelensky, ha esortato Mosca, oggi nel giorno della festività ortodossa, ad accettare una "vera tregua pasquale", ad "aprire immediatamente un corridoio umanitario per i civili" e a concordare un "ciclo speciale di negoziati" per facilitare lo scambio di militari e civili. "La Russia attacca costantemente Azovstal a Mariupol. Il luogo in cui si trovano i nostri civili e i soldati è bersagliato da pesanti bombardamenti aerei, fuoco di artiglieria e da un'intensa concentrazione di forze e attrezzature per l'assalto", scrive Podolyak su Twitter.


In un nuovo rapporto dell'intelligence britannica sulla guerra in Ucraina, gli 007 di Londra sostengono che nell'ultima settimana Kiev ha respinto numerosi attacchi russi lungo la linea di contatto nel Donbass, e che sebbene Mosca abbia ottenuto alcune affermazioni territoriali, le sue operazioni sono ostacolate da un morale scarso e dal tempo limitato per riorganizzare le truppe.


Tre civili sono rimasti uccisi sotto i bomberdamenti di artiglieria nel villaggio di Kamyanske, nella regione di Zaporizhia. A riferirlo è Ukrinformm che cita un comunicato dell'amministrazione regionale militare diffuso su Telegram.


I militari russi avrebbero rapito il console onorario della Bulgaria a Melitopol: a sostenerlo è il sindaco della città, , Ivan Fedorov, anche lui rapito nelle scorse settimane dai russi. "Più di 50 miei colleghi sono stati rapiti in tutto il paese e oggi 29 sono nelle carceri degli occupanti", ha detto in una intervista alla televisione ucraina. "Per quanto riguarda attivisti e uomini d'affari, gli occupanti hanno una pratica comune: rapiscono tutti coloro che sono patriottici e hanno un'opinione. Poche ore fa si è saputo che il console onorario della Bulgaria era stato rapito a Melitopol".


L'Ucraina ha fornito all'Agenzia internazionale per l'energia atomica un elenco completo delle apparecchiature di cui il Paese afferma di aver bisogno per il funzionamento sicuro e protetto dei suoi impianti nucleari durante il conflitto con la Russia. Lo ha reso noto in un comunicato il direttore generale dell'Aiea, Rafael Mariano Grossi.


Mosca afferma che i servizi speciali dell'Ucraina starebbero pianificando un'operazione provocatoria con l'uso di sostanze chimiche nel porto Yuzhny a Odessa, per attribuirne la colpa alle forze armate russe e accusarle di aver preso di mira i civili. Affermazione che Kiev interpreta invece come una minaccia camuffata da avvertimento: sarebbero proprio le forze russe dunque a voler sferrare un attacco chimico sul porto ucraino, secondo il Kyiv Independent.


Circa 610 persone sono state evacuate dalla regione meridionale ucraina di Kherson a Kryvyi Rih, nella regione orientale di Dnipropetrovsk. Lo riporta l'agenzia Ukrinform, citando le autorità locali. 


L'Ue imporrà un embargo completo al petrolio russo entro poche settimane, secondo il ministro dell'Economia francese Bruno Le Maire. In un'intervista al canale televisivo Bfmtv, Le Maire ha aggiunto che ciò contribuirà a fermare il flusso di valuta estera verso la Russia.


Sei civili sono morti in un bombardamento russo in un villaggio della provincia di Luganskh, secondo quanto ha affermato il governatore. "Il villaggio di Girkse ha subito pesanti bombardamenti russi per tutto il giorno", ha detto su Twitter il governatore Seriy Gaidai su Telegram.

Commenti (0)

Disclaimer
Inizia la discussione
0/300 caratteri