Speciale Guerra Ucraina

LA GIORNATA IN TEMPO REALE

Putin: "Fornire armi all'Ucraina sarebbe un errore per la Corea del Sud" | L'Ue, accordo sul 14° pacchetto di sanzioni contro la Russia

Mosca: "Vanno riviste le sanzioni Onu contro Pyongyang"

di Redazione online
20 Giu 2024 - 18:30
LIVE
Ultimo aggiornamento: un mese fa

La guerra in Ucraina giunge al giorno 848. Vladimir Putin avverte la Corea del Sud: "Se dovesse decidere di fornire armi a Kiev, commetterebbe un grave errore". Gli ambasciatori dei 27 Paesi Ue hanno trovato un accordo sul 14° pacchetto di sanzioni contro la Russia per l'invasione dell'Ucraina. Durante la visita di Stato del presidente russo in Corea del Nord, i due Paesi hanno firmato un accordo di cooperazione strategica che li vincola a "usare ogni mezzo possibile per dare supporto militare in caso di guerra". Secondo Putin, inoltre, andrebbero "riviste" le sanzioni contro la Corea del Nord varate dal Consiglio di sicurezza dell'Onu (dove la Russia è membro permanente). 


L'amministrazione Biden vieta l'utilizzo in Usa del popolare software antivirus russo Kaspersky. "Al termine di un'approfondita indagine, vieteremo a Kaspersky Lab e alle sue società affiliate di fornire software per la cybersicurezza e antivirus negli Stati Uniti. Non sarà più in grado di vendere il suo software e gli aggiornamenti per quello esistente", ha detto la segretario al Commercio Gian Raimondo.


Gli Stati Uniti reputano "estremamente preoccupante" la proposta russa di fornire armi alla Corea del Nord. Lo ha detto il portavoce del Dipartimento di Stato Matthew Miller, sottolineando che la fornitura "destabilizzerebbe la penisola coreana e potrebbe violare le risoluzioni del consiglio di sicurezza dell'Onu che la Russia ha sostenuto".


"La nostra priorità comune è rafforzare la sicurezza e la difesa dell'intera regione, che deve diventare una priorità anche per l'intero spazio transatlantico". Lo ha affermato la ministra degli Esteri lettone, Baiba Braze, durante un bilaterale a Varsavia con il suo omologo polacco, Radoslaw Sikorski. "La Lettonia e la Polonia stanno attualmente affrontando pericoli comuni: minacce ibride dalla Russia, strumentalizzazione della migrazione, casi di sabotaggio. La Lettonia e la Polonia intendono rafforzare la cooperazione scambiando informazioni in modo più efficace e rispondendo ancora più rapidamente".


La Russia sta valutando eventuali cambiamenti alla sua dottrina nucleare, tenendo conto che i potenziali avversari "stanno lavorando su questo" con un possibile "abbassamento della soglia per l'uso di armi nucleari". Lo ha detto il presidente Vladimir Putin, escludendo tuttavia la possibilità di prevedere un attacco preventivo, perché con una semplice rappresaglia "il nemico sarebbe distrutto". Lo scrive l'agenzia Ria Novosti. L'attuale dottrina nucleare russa prevede che le armi atomiche possano essere usate solo nel caso che sia minacciata la sovranità e l'integrità territoriale del Paese. 


Il presidente russo Vladimir Putin ha dichiarato che fornire armi letali a Kiev da parte di Seul sarebbe "un errore": lo riporta l'agenzia di stampa statale russa Tass.


Vladimir Putin ha paragonato le sanzioni imposte alla Corea del Nord al blocco di Leningrado da parte delle truppe naziste durante la Seconda guerra mondiale. Imporre sanzioni per ragioni politiche è "disumano", ha detto il presidente russo, il giorno dopo la sua visita a Pyongyang da Kim Jong-un.


"Un segnale di disperazione della Russia. Non ha molti amici del mondo". Così il portavoce della sicurezza nazionale della Casa Bianca John Kirby rispondendo a chi gli chiedeva dell'alleanza fra Russia e Corea Nord.


L'amministrazione Biden ha deciso di dare la priorità all'Ucraina per la consegna di missili per la difesa aerea Patriot, sospendendo temporaneamente le consegne ad altri Paesi. Lo annuncia il portavoce del consiglio per la sicurezza nazionale della Casa Bianca John Kirby. "Ci assicureremo di dare all'Ucraina le capacità aeree di difesa di cui ha bisogno ora e in futuro", ha detto Kirby sottolineando che i Paesi che hanno visto le loro consegne sospese sono d'accordo con la decisione americana. 


La Corea del Sud riconsidererà la sua posizione sulla fornitura di armi all'Ucraina dopo che Pyongyang e Mosca hanno firmato il trattato che prevede l'impegno reciproco a fornire assistenza militare immediata nel caso in cui uno dei due Paesi sia attaccato. "Abbiamo in programma di riconsiderare la questione del sostegno agli armamenti all'Ucraina", ha detto il consigliere per la sicurezza nazionale Chang Ho-jin, suggerendo un cambio nella politica di Seul sulla divieto di fornire aiuti letali all'Ucraina. In conferenza stampa, Chang ha annunciato nuove sanzioni a entità legate ai rapporti tra Corea Nord e Russia, secondo la Yonhap.
 


L'accordo di "partenariato strategico globale" tra Russia e Corea del Nord, firmato mercoledì a Pyongyang dai rispettivi leader Vladimir Putin e Kim Jong-un, "è una questione tra questi due Paesi". Per questo motivo, ha detto il portavoce del ministero degli Esteri cinese Lin Jian, Pechino "non avrebbe rilasciato commenti" , ribadendo che sulla questione della penisola coreana "la posizione cinese rimane coerente" ed è quella della "soluzione politica". 


Secondo i servizi di intelligence esteri russi (Svr), la Casa Bianca sarebbe pronta a scaricare il presidente ucraino Zelensky per sostituirlo con Valeri Zaluzhni, ex comandante in capo delle forze armate ucraine. Secondo l'organizzazione, gli Stati Uniti e i loro satelliti sacrificheranno Zelensky quando le forze russe suggelleranno i loro successi sul campo di battaglia e le truppe ucraine si troveranno in un vicolo cieco. 


Gli ambasciatori dei 27 Paesi Ue hanno trovato un accordo sul quattordicesimo pacchetto di sanzioni contro la Russia per l'invasione dell'Ucraina. Lo ha reso noto la presidenza di turno belga dell'Unione europea. 


Quest'estate gli aerei da combattimento F-16 prenderanno finalmente il volo sopra l'Ucraina. Lo ha detto il comandante dell'aeronautica olandese Arnoud Stallmann parlando in una base militare nel sud dei Paesi Bassi, come riporta il Guardian. "Quest'estate tutto si allineerà", ha affermato. Belgio, Danimarca, Paesi Bassi e Norvegia si sono impegnati a fornire all'Ucraina circa 80 aerei da combattimento F-16 di fabbricazione statunitense, hardware che l'aeronautica ucraina richiede da più di un anno. 


La Corea del Sud ha espresso rammarico sul nuovo accordo firmato tra Russia e Corea del Nord, che impegna i due Paesi alla cooperazione tecnologica militare "in esplicita violazione diretta" delle risoluzioni dell'Onu, nell'ambito del partenariato strategico globale salutato dalle due parti come un'elevazione a un grado superiore dei legami bilaterali. Il portavoce del ministero degli Esteri Lim Soo-suk, in merito ai risultati del vertice di mercoledì a Pyongyang tra il presidente russo Vladimir Putin e il leader nordcoreano Kim Jong-un, ha ammonito che il Sud "risponderà severamente a qualsiasi azioni minacci la nostra sicurezza". 


L'Ucraina ha riportato a casa 600 bambini ucraini portati illegalmente in Russia. Tuttavia, sono noti oltre 20mila casi di questo tipo. Lo ha affermato l'ambasciatore dell'Ucraina nei Paesi Bassi Oleksandr Karasevich, citato dai media locali.


Il nuovo trattato di partenariato strategico globale di Corea del Nord e Russia vincola i due Paesi a usare ogni mezzo possibile per dare supporto militare in caso di guerra.


L'amministrazione militare di Kiev afferma di aver respinto un attacco di droni russi lanciato stanotte sulla capitale ucraina. "L'allarme aereo notturno è scattato per una minaccia di attacchi uav - scrivono le autorità su Telegram -. Secondo le informazioni preliminari, i droni nemici sono stati lanciati da sud, hanno volato attraverso le regioni di Mykolaiv, Kirovohrad, Dnipropetrovsk, Poltava, Chernihiv e hanno tentato di attaccare Kiev da nordest". Le unità di difesa aerea ucraine hanno distrutto tutti gli obiettivi mentre si avvicinavano alla capitale.


Il presidente russo Vladimir Putin è arrivato in Vietnam per una visita di Stato di due giorni. Lo riferisce Ria Novosti, secondo cui l'aereo con a bordo il leader del Cremlino è atterrato all'aeroporto di Hanoi. Questo e' il quinto viaggio di Putin in Vietnam. Il presidente russo è volato ad Hanoi da Pyongyang dopo aver completato la sua visita in Corea del Nord. Sul tavolo - stando a quanto riferisce l'agenzia russa - la discussione sull'intera gamma di questioni del partenariato strategico globale tra Russia e Vietnam.

Commenti (0)

Disclaimer
Inizia la discussione
0/300 caratteri