Speciale Guerra Ucraina

LA GIORNATA IN TEMPO REALE

Tajani: "Essenziale rafforzare le capacità difensive di Kiev ma no a nostre armi per colpire Mosca" | Media: i russi ammassano 10mila uomini al confine Kharkiv"

La Santa Sede torna a chiedere un intervento diplomatico. Biden: "Abbiamo scoraggiato altre guerre russe in Europa"

di Redazione online
18 Giu 2024 - 21:55
LIVE
Ultimo aggiornamento: un mese fa

La guerra in Ucraina giunge al giorno 846. La Santa Sede torna a chiedere un intervento diplomatico: "L'unico mezzo in grado di raggiungere una pace vera, stabile e giusta è il dialogo tra tutte le parti coinvolte", ha fatto sapere infatti il segretario di Stato Vaticano cardinale Pietro Parolin. Al summit per la pace in Svizzera, terminato domenica, il comunicato finale riafferma "l'integrità territoriale dell'Ucraina", chiedendo "la restituzione dei bimbi ucraini deportati". Ma Arabia Saudita, India e Brasile non firmano il documento. La Cina intanto accusa: la Nato smetta di dare ad altri le colpe sull'Ucraina. E Tajani precisa: Tajani: "Essenziale rafforzare le capacità difensive di Kiev ma no a nostre armi per colpire Mosca".


Al via la visita di Stato del presidente russo in Corea del nord: Vladimir Putin è arrivato a Pyongyang. Lo scrive la Tass.


"Il sostegno della Russia nella guerra contro l'Ucraina alla Cina deve finire". Lo ha detto Antony Blinken in una conferenza stampa a Washington con il segretario generale dell'Alleanza Jens Stoltenberg.



"Nuove terribili prove della politica criminale della Russia, mirata alla distruzione degli ucraini. Abbiamo ricevuto informazioni che i comandanti russi hanno dato ordine di non catturare i militari ucraini, ma di ucciderli con una crudeltà disumana, mediante decapitazione. Nella regione di Donetsk è stata registrata la decapitazione di un difensore ucraino". Lo denuncia su X il procuratore generale ucraino Andriy Kostin. 


"Siamo convinti che sia essenziale rafforzare le capacità difensive di Kiev fornendo gli aiuti militari di cui necessita. In tale direzione si inserisce il nono pacchetto di aiuti, che verrà illustrato dal Ministro Crosetto nei prossimi giorni nella sede parlamentare competente". Lo ha detto il ministro degli Esteri Antonio Tajani in audizione alle Commissioni Affari esteri di Camera e Senato. "Durante l'incontro informale dei ministri degli Affari Esteri dei Paesi membri della Nato a Praga ho però ribadito con fermezza la nostra contrarietà all'uso delle armi fornite dal governo italiano per colpire obiettivi militari in territorio russo", ha ricordato Tajani.
 


Il canale Telegram DeepState, ripreso da Ukrainska Pravda, mostra che i russi hanno aumentato fino a 10.000 uomini e 450 unità di equipaggiamento militare, tra cui 200 sistemi di artiglieria, la presenza nell'area russa da Raigorodka a Novovodyany, che si trova a circa 20 km dal villaggio di Borovaya nella regione di Kharkiv. L'obiettivo, secondo i canali, è "tentare di ripetere l'attacco dell'anno scorso a Borovaya". 


La Federazione Russa sta mantenendo "l'iniziativa" sul terreno "grazie alla disponibilità di artiglieria e munizioni", ma "nel nord, intorno a Kharkiv, l'avanzata russa si è però arrestata e il fronte è ora stabile". E' quanto ha detto il ministro degli Esteri Antonio Tajani in audizione alle Commissioni Affari esteri di Camera e Senato. "Ma la seconda città del Paese continua a subire bombardamenti dalle postazioni collocate in territorio russo", ha precisato Tajani, aggiungendo che "secondo le autorità ucraine, l'obiettivo russo sarebbe proprio quello di rendere invivibile la città".
 



La Russia è fermamente convinta che "con i nostri sforzi congiunti porteremo la cooperazione bilaterale a un livello più alto". Lo ha scritto il presidente Vladimir Putin in un articolo pubblicato sul Rodong Sinmun, organo ufficiale del Partito dei Lavoratori nordocreano del leader Kim Jong-un, nell'imminenza della sua visita a Pyongyang. Putin ha promesso di costruire "un sistema di risoluzione alternativo" su "commercio e accordi reciproci", "non messi a dura prova" da Paesi occidentali. Anzi, "insieme ci opporremo alle loro misure restrittive illegittime", ha aggiunto lo zar.
 


Le morti civili dovute ai conflitti armati in tutto il mondo sono aumentate del 72% lo scorso anno. Lo ha dichiarato il capo delle Nazioni Unite per i diritti umani, esprimendo allarme per la percentuale di donne e bambini uccisi. "Nel 2023, i dati raccolti dal mio ufficio mostrano che il numero di morti civili nei conflitti armati è aumentato del 72%", ha dichiarato Volker Turk all'apertura di una sessione del Consiglio dei Diritti Umani dell'Onu, aggiungendo che i dati indicano che "la percentuale di donne uccise nel 2023 è raddoppiata e quella dei bambini triplicata".
 


"A poche centinaia di chilometri da qui infuria la brutale guerra di aggressione scatenata dalla Federazione Russa. Il recente Vertice G7 ospitato dall'Italia ha confermato come la nostra volontà di assistere l'Ucraina non avrà cedimenti e proseguirà fino a quando necessario". Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, parlando da Chisinau, capitale della Moldavia.


"La campagna di disinformazione russa è insistente in tutta Europa e va affrontata in sede Ue e in sede Nato". Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nei colloqui con la presidente moldava Maia Sandu a Chisinau, capitale della Moldavia. 


La Cina ha sollecitato la Nato a "smettere di scaricare la colpa" della guerra in Ucraina su altri dopo che il segretario generale dell'Alleanza militare Jens Stoltenberg ha accusato Pechino di peggiorare il conflitto aiutando a ricostruire l'industria della difesa russa. "Consigliamo alla Nato di smettere di scaricare le colpe e di seminare discordia, di non gettare benzina sul fuoco e di istigare allo scontro, ma piuttosto di fare qualcosa di pratico per la soluzione politica della crisi", ha detto il portavoce del ministero degli Esteri Lin Jian, nel briefing quotidiano. 


Vladimir Putin sta "selezionando" i suoi possibili successori al potere tra i suoi parenti più stretti, come anche tra i figli di altri alti funzionari. Lo riporta l'Institute for the study of war. Il think tank americano rileva come Putin abbia licenziato quattro viceministri della Difesa, insediando al loro posto una cugina e altri funzionari a lui molto vicini. "Queste nomine indicano che Putin preferisce nominare funzionari che considera leali al regime ed economisti per migliorare la base industriale della difesa della Russia", viene spiegato. Putin "potrebbe anche cercare di selezionare possibili successori del suo regime tra i suoi figli e parenti, così come tra i figli di alti funzionari di alto rango", aggiunge l'Isw. 


Un attacco con droni ucraini ha provocato un incendio in un deposito di carburante situato nel distretto di Azov, nella provincia russa sud-occidentale di Rostov sul Don, ha riferito il governatore locale, Vasily Golubev. "A seguito dell'attacco di un drone, i serbatoi di carburante hanno preso fuoco. Secondo le prime informazioni, non ci sono vittime", ha scritto Golubev su Telegram. Da parte sua, il ministero russo per le Emergenze ha riferito che 73 vigili del fuoco e 21 mezzi sono stati mobilitati per spegnere l'incendio in una cisterna il cui volume è stimato a 5mila metri cubi.


"Abbiamo difeso il fianco orientale della Nato, mettendo così in chiaro che proteggeremo ogni singolo centimetro di territorio dell'Alleanza". Lo ha detto Joe Biden nel suo incontro con Jens Stoltenberg alla Casa Bianca. "Insieme abbiamo scoraggiato altre aggressioni della Russia", ha detto il presidente ringraziando il segretario generale per aver reso la Nato più unita.

Commenti (0)

Disclaimer
Inizia la discussione
0/300 caratteri