FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

TEMPO REALE

Ucraina, i russi: "Mariupol è nostra" | Ma Biden frena: "Non ci sono prove" | Zelensky all'Fmi: "L'Ucraina ha bisogno di sette miliardi al mese"

Missili russi distruggono la rete ferroviaria di Dnipro. Per il sindaco di Kiev, ricostruire il Paese costerà almeno 600 miliardi di dollari. La Turchia: "Alcuni Paesi Nato vogliono una guerra duratura"

Acciaieria Azovstal di Mariupol, i filorussi: "Cinque soldati ucraini si sono arresi"

"Cinque militari ucraini hanno deposto le armi e lasciato volontariamente la fabbrica Azovstal di Mariupol", dove sono asserragliate le ultime forze militari ucraine in città. Lo hanno dichiarato in un comunicato le autorità dell'autoproclamata repubblica separatista di Donetsk, non riconosciuta dalla comunità internazionale. Ieri sera i separatisti hanno detto che 140 civili sono stati evacuati dalla città, ma per il momento non ci sono conferme. 

Leggi Tutto Leggi Meno

 

Cinquantasettesimo giorno di guerra in Ucraina.

Il ministro della Difesa russo

Shoigu

riappare in video e annuncia a Putin il "controllo della città di Mariupol", ma il presidente Usa Biden mette in dubbio la notizia: "Non ci sono prove".

Putin

ferma l'attacco finale all'acciaieria

Azovstal

giudicandolo "non opportuno". Secondo il portavoce del Cremlino, Dimitri

Peskov

, i militari ucraini possono deporre le armi e lasciare Mariupol attraverso i corridoi umanitari, come richiesto da Kiev. Zelensky dichiara all'Fmi che il suo Paese ha bisogno di 7 miliardi di dollari al mese per affrontare le "devastanti perdite economiche" inflitte dalla Russia. Un raid missilistico russo ha colpito e "completamente distrutto" la rete ferroviaria nella regione di Dnipro.
  • 21 apr

    I russi: "Controlliamo l'edificio amministrativo di Azovstal"

    L'edificio amministrativo dell'acciaieria Azovstal a Mariupol e nel territorio adiacente è sotto il controllo delle forze russe. Lo ha affermato il capo della Cecenia Ramzan Kadyrov. "Mariupol è nostra in maniera definitiva e completa. L'edificio amministrativo strategicamente importante dello stabilimento Azovstal è sotto controllo e tutto il territorio adiacente è stato sgomberato. Quel poco che resta dei nazionalisti ucraini è stato bloccato sotto uno spesso strato di cemento e acciaio all'interno dell'impianto".

  • 21 apr

    Autorità ucraine: fino a 9mila corpi in una fossa comune a Manhush

    Fino a 9mila residenti di Mariupol "potrebbero essere sepolti in una fossa comune a Manhush", una cittadina a 20 chilometri a ovest della città portuale ucraina assediata dalle forze di occupazione russe". È quanto sostiene l'amministrazione locale di Mariupol, secondo cui le immagini satellitari della fossa comune pubblicate da Maxar, suggeriscono che lì potrebbero essere sepolte dalle 3mila alle 9mila persone. In totale, secondo le stime preliminari, fino a 22mila residenti di Mariupol potrebbero essere già stati uccisi dall'inizio dell'offensiva russa.

  • 21 apr

    Usa: "I nuovi droni inviati a Kiev sono d'attacco"

    I nuovi droni inviati all'Ucraina, Phoenix Ghost, "sono stati sviluppati prima che iniziasse l'invasione e sono progettati per attaccare obiettivo". Lo ha detto il portavoce del Pentagono, sottolineando che "l'obiettivo principale di questi droni è l'attacco". Questi sistemi "sono particolarmente adatti al tipo di battaglia che gli ucraini dovranno combattere nell'Est".

  • 21 apr

    Usa: le nuove forniture possono armare 5 battaglioni nel Donbass

    Le nuove forniture militari annunciate dal presidente americano Joe Biden "possono armare cinque battaglioni ucraini nel Donbass". Lo ha detto il portavoce del Pentagono, John Kirby, sottolineando che "le armi vengono inviate all'Ucraina e poi sono le forze di Kiev a decidere come utilizzarle".

  • 21 apr

    Banca Mondiale: danni a infrastrutture per 60 miliardi di dollari

    La Banca Mondiale stima in 60 miliardi di dollari i danni agli edifici e alle infrastrutture ucraine a causa della guerra. Lo afferma il presidente della Banca Mondiale, David Malpass, sottolineando che "il conto è destinato a salire".

  • 21 apr

    Kiev: "Missili russi distruggono la ferrovia della regione di Dnipro"

    Un raid missilistico russo ha colpito e "completamente distrutto" la rete ferroviaria nella regione di Dnipro. Lo ha riferito il governatore Valentyn Reznichenko, citato dal Kiev Independent, secondo cui non è chiaro se e quando potrà riprendere la circolazione.

  • 21 apr

    Zelensky all'Fmi: "L'Ucraina ha bisogno di 7 miliardi al mese"

    L'Ucraina ha bisogno di 7 miliardi di dollari al mese per affrontare le "devastanti perdite economiche" inflitte dalla Russia. Lo ha detto Volodymyr Zelensky, parlando in collegamento video ai vertici di Fmi e Banca mondiale. "L'esercito russo mira a distruggere tutto ciò che può servire da base economica per la vita degli ucraini. Ciò include stazioni ferroviarie, supermercati, petrolio, raffinerie", ha aggiunto il presidente ucraino.

  • 21 apr

    Dall'Italia altri 200 milioni di euro di aiuti all'Ucraina

    L'Italia ha annunciato altri 200 milioni di euro di aiuti all'Ucraina. Lo ha riferito il ministro dell'Economia, Daniele Franco.

  • 21 apr

    Il Ceo dell'acciaieria Azovstal: "Vicini alla catastrofe"

    La situazione nell'acciaieria Azovstal a Mariupol è "vicina a una catastrofe". Lo ha detto Yuriy Ryzhenkov, Ceo della compagnia che possiede l'impianto. "Quando è iniziata la guerra avevamo immagazzinato una buona scorta di cibo e acqua nei rifugi antiaerei e nelle strutture dell'impianto", ha spiegato. "Purtroppo tutto tende a esaurirsi, soprattutto il cibo e le necessità quotidiane. È stata istituita una linea diretta per i dipendenti nell'acciaieria. Finora 4.500 sono entrati in contatto, mentre circa 6mila devono essere ancora rintracciati".

  • 21 apr

    Ucraina, Shoigu a rapporto da Putin - VIDEO

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali