FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

TEMPO REALE

Azovstal, altro attacco: divampa incendio | Nuovo bombardamento su Odessa | Draghi: "No escalation ma non abbandoniamo l'Ucraina"

Onu: oltre 3mila le vittime civili. Berlino: "Pronti all'embargo sul petrolio russo"

Mariupol, fuga dall'inferno: i civili evacuati dall'acciaieria Azovstal

Siamo al 68esimo giorno di guerra in Ucraina.

L'annuncio della Germania: "Pronti all'embargo sul petrolio russo". A

Mariupol

l'evacuazione dei civili dall'Azovstal non prosegue come previsto. Intanto nuovi bombardamenti sull'acciaieria fanno scoppiare un grosso incendio. La Russia avverte i Paesi che decidono di sostenere la resistenza ucraina: "Tutti i

capi di Stato dei Paesi che forniscono armi

all'Ucraina devono essere consegnati alla giustizia come

criminali di guerra

", ha detto il presidente della Duma Vyacheslav

Volodin

. Draghi: "No escalation ma non abbandoniamo l'Ucraina". Secondo l

'Agenzia per i rifugiati delle Nazioni Unite

, 5,5 milioni persone sono fuggite dall'Ucraina dall'inizio dell'invasione russa. Sempre dai dati Onu sarebbero già 3mila le vittime civili in Ucraina.
  • 02 mag

    Draghi: "No escalation ma non abbandoniamo l'Ucraina"

    "Noi cerchiamo la pace, io l'ho detto più volte. Non abbiamo bisogno di riposizionare l'Italia, non c'è appiattimento, non c'è un gran bisogno di riposizionare niente. La nostra appartenenza alla sicurezza atlantica è scontata e non cambia, nessuno di noi vuole la guerra o un escalation, questo lo dirò certamente a Biden. Ma nessuno di noi vuole abbandonare l'Ucraina, ho detto più volte che avremo la pace solo se l'Ucraina riesce a difendersi, altrimenti avremo un'occupazione, la sottomissione di un Paese sovrano. Non credo sia quello che vuole nessuno in Italia". Lo ha detto il premier Mario Draghi a proposito del dibattito interno sul conflitto in Ucraina in vista del viaggio negli Usa.

  • 02 mag

    Casa Bianca: stop propaganda russa, Usa e Nato non sono in guerra

    "La guerra in Ucraina non è una guerra per procura. E' la propaganda della Russia che vuole diffondere questa teoria. Gli Stati Uniti e la Nato non sono in guerra". Lo ha detto la portavoce della Casa Bianca, Jen Psaki, in un briefing con la stampa.

  • 02 mag

    Usa: "Mosca vuole annettere le 'repubbliche' di Donetsk e Lugansk"

     Mosca intende "annettere" le repubbliche separatiste di Donetsk e Lugansk: lo ha detto in un briefing al dipartimento di Stato l'ambasciatore Michael Carpenter, rappresentante Usa all'Osce.

  • 02 mag

    La tv di Stato russa: "Con il missile Poseidon possiamo cancellare la Gran Bretagna" - VIDEO

  • 02 mag

    Gas, Francia: Ue non può sostituire tutte le forniture russe

    Nell'Unione europea "non possiamo ragionevolmente pensare di sostituire tutto il gas russo fossile con altre forniture e quindi abbiamo un piano che opera anche su efficienza energetica, rinnovabili e qualunque altra soluzione". Lo ha ammesso il ministro della transizione ecologica della Francia, Barbara Pompili, che detiene la presidenza di turno dell'Ue, nella conferenza stampa al termine del Consiglio straordinario Ue sull'energia.

  • 02 mag

    Ha un nome il macellaio di Bucha, procuratrice Kiev: è il russo Sergey Kolotsey

    La procuratrice generale ucraina Iryna Venediktova ha reso noto che le autorità hanno identificato il primo russo sospettato di aver condotto un massacro di civili a Bucha. Si tratterebbe di Sergey Kolotsey, comandante di un'unita' della Guardia nazionale russa, riporta il Kyiv Independent, citando un post della procuratrice su Fb. Secondo la polizia e i pubblici ministeri di Bucha, Kolotsey avrebbe ucciso quattro uomini disarmati il 18 marzo e torturato un altro civile il 29 marzo. 

  • 02 mag

    Kiev: morti e feriti per bombardamento su Odessa

    "Morti e feriti" sono segnalati a Odessa dopo un bombardamento missilistico russo. Lo riferisce il capo dell'amministrazione militare regionale, Maxim Marchenko, citato dall'agenzia Unian. Secondo le prime notizie, sarebbe morto anche un ragazzo di 13 anni. Secondo Interfax Ucraina sarebbe stato colpito un edificio religioso.

  • 02 mag

    Nuovo attacco russo a Azovstal, scoppiato incendio - FOTO

    Nuovo attacco russo all'acciaieria Azovstal, scoppia un incendio

    Nuovo attacco russo all'acciaieria Azovstal di Mariupol, in Ucraina, dove è scoppiato un grosso incendio. Lo ha reso noto il vice comandante del reggimento Azov, Svyatoslav Palamar Kalyna su Telegram.

    Leggi Tutto Leggi Meno

  • 02 mag

    Polizia Kiev: in zone liberate trovati finora 1.202 corpi

    "Nell'oblast di Kiev, in particolare nei territori liberati, abbiamo documentato finora 1.202 corpi senza vita di civili innocenti uccisi dai russi". Lo ha detto in un briefing il capo della polizia regionale di Kiev, Maksym Ocheretianyi.

  • 02 mag

    Vigili del fuoco italiani regalano 45 mezzi ai colleghi ucraini: partito il treno

    Vigili del fuoco italiani regalano 45 mezzi ai colleghi ucraini: partito il treno

    È partito da Cervignano del Friuli (Udine) diretto a Velk  Ida, in Slovacchia, il treno di Mercitalia Rail (Gruppo FS Italiane) con 45 mezzi donati dal corpo nazionale dei vigili del fuoco ai colleghi ucraini. I mezzi antincendio, provenienti dai comandi dei vigili del fuoco di tutta Italia, sono confluiti dai vari punti di raccolta sul territorio per formare il convoglio unico a Cervignano. All'arrivo in Slovacchia i mezzi saranno presi in consegna dalle autorità locali che, in raccordo con il team del dipartimento e dei vigili del fuoco sul posto, provvederanno alle operazioni di scarico e alla successiva scorta del convoglio in territorio ucraino. 

    Leggi Tutto Leggi Meno

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali