FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Morte del principe Filippo, la Regina: "E' stato la mia forza, siamo in debito con lui"

Sull'account Twitter della famiglia reale britannica un passaggio del discorso pronunciato dalla Regina Elisabetta in occasione delle sue nozze d'oro, celebrate nel 1997

Morto il principe Filippo, dal matrimonio con Elisabetta al ruolo di papà

"È stato la mia forza ed è rimasto per tutti questi anni. Io, tutta la sua famiglia, questo Paese e molti altri Paesi abbiamo con lui un debito più grande di quanto lui abbia mai rivendicato o di quanto mai sapremo". E' quanto si legge in un tweet pubblicato sull'account della famiglia reale britannica, che cita un passaggio del discorso pronunciato dalla regina Elisabetta in occasione delle nozze d'oro con il principe Filippo nel 1997.

Anche Papa Francesco ha espresso cordoglio per la morte del principe Filippo, deceduto il 9 aprile a 99 anni. "Rattristato nell'apprendere della morte di suo marito, il principe Filippo, duca di Edimburgo, Sua Santità Papa Francesco porge le più sentite condoglianze a Sua Maestà e ai membri della famiglia reale", si legge nel telegramma inviato, a nome del Pontefice, dal Segretario di Stato, il card. Pietro Parolin, alla Regina Elisabetta II.

 

 

 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali