FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Migranti, la Aquarius a La Valletta | Malta: "Italia vuole accoglierne parte"

Approdata lʼimbarcazione con 141 migranti. Il governo maltese annuncia di essere stato contattato da Roma per la ridistribuzione

Come annunciato, la nave Aquarius è approdata nel porto de La Valletta, Malta. Sbarcati i 141 migranti a bordo, di cui alcune decine di minori. Dopo l'arrivo dell'imbarcazione sulla costa maltese, Verena Papke (direttrice generale della sezione tedesca di Sos Mediterranée) ha spiegato nel corso di una conferenza stampa a Berlino che la Aquarius salperà il prima possibile per tornare al largo della Libia. Il governo locale ha fatto sapere di essere stato contattato da Roma per la ridistribuzione dei profughi, alla quale avevano già aderito cinque Paesi.

Dopo diversi giorni passati in mare in attesa di un accordo dei governi europei per la ripartizione delle persone salvate dalla nave in acque libiche, i migranti (provenienti in maggioranza da Eritrea e Somalia) sarebbero dovuti essere trasferiti inizialmente tra Francia, Germania, Lussemburgo, Portogallo e Spagna. Alla lista, dopo lo sbarco, si è aggiunta l'Italia. I vertici di Malta hanno infatti comunicato che "in seguito all'annuncio di un'azione di cooperazione congiunta tra cinque Stati membri per ridistribuire tutti gli immigrati a bordo dell'Aquarius, il governo italiano ha contattato il governo maltese per partecipare all'iniziativa".

Il direttore generale di Medici senza frontiere Germania, Florian Westphal, ha riferito che la maggior parte dei migranti in questione è malnutrita e porta ferite dei maltrattamenti subiti prima della partenza.

Dopo che il governo di Gibilterra nei giorni scorsi ha annunciato la revoca della sua bandiera alla nave, la Aquarius potrebbe riprendere il largo battendo bandiera tedesca.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali