FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

TEMPO REALE

M.O., gli Usa mettono il veto: bocciata la risoluzione araba su Gaza | Hamas: si dà il via libera a Israele per altri massacri

L'Onu sospende la distribuzione di aiuti alimentari nel nord nella Striscia. Il principe William: "Troppi morti, serve una tregua"

Fotogallery - Israele, trovato il tunnel di Hamas dove erano tenuti alcuni ostaggi

La guerra in Medioriente tra Israele e Hamas giunge al giorno 137.

La risoluzione araba (che chiedeva un cessate il fuoco immediato a Gaza) del Consiglio di Sicurezza dell'Onu è stata bocciata per il veto Usa. Hamas ha condannato la decisione degli Stati Uniti, affermando che ciò equivale a dare a Israele il "via libera" per compiere "ulteriori massacri". Intanto il Programma alimentare mondiale dell'Onu ha annunciato la sospensione delle consegne di aiuti alimentari vitali nel nord di Gaza, fino a quando le condizioni nell'enclave palestinese non consentiranno distribuzioni sicure. Gli Usa, intanto, attaccano ancora le postazioni militari Houthi in Yemen dal Mar Rosso. Il principe William: "Troppi morti a Gaza, serve una tregua".

  • 20 feb

    Blitz di Israele a Jenin: "Uccisi tre palestinesi"

    L'esercito israeliano è entrato nel campo profughi di Jenin "per arrestare un ricercato" ed è scoppiato uno scontro a fuoco. Lo rende noto lo stesso Idf, citato da Haaretz, aggiungendo di aver quindi lanciato un attacco con droni sugli uomini armati. Secondo fonti palestinesi, nella sparatoria sono rimasti uccisi tre palestinesi.

  • 20 feb

    Abu Mazen: "Con il veto Usa complici del genocidio a Gaza"

    Il presidente dell'Autorità palestinese Abu Mazen ha condannato il veto degli Stati Uniti al Consiglio di sicurezza per un cessate il fuoco a Gaza. La decisione "dà un altro via libera allo Stato occupante israeliano per continuare la sua aggressione contro il popolo palestinese nella Striscia di Gaza e portare a termine il suo sanguinoso attacco a Rafah e rende gli Stati Uniti complici del crimine di genocidio, di pulizia etnica e dei crimini di guerra commessi dalle forze di occupazione israeliane contro i palestinesi nella Striscia di Gaza e in Cisgiordania", si legge in una nota dell'ufficio di Abu Mazen, ripresa da Haaretz.

  • 20 feb

    Media: leader di Hamas ha ripreso a inviare messaggi alla leadership del gruppo

    Dopo una pausa dovuta probabilmente alle intense attività militari israeliane in corso a Khan Yunis (a sud di Gaza) il leader di Hamas nella Striscia, Yahia Sinwar, ha ripreso ad inviare messaggi alla leadership del suo movimento che si trova all'estero. Lo ha riferito la televisione pubblica israeliana Kan secondo cui un aggiornamento in tal senso è giunto in Israele da parte dei mediatori impegnati nei contatti per uno scambio di prigionieri fra Israele e Hamas. La notizia non ha altra conferma.

  • 20 feb

    Hamas: veto Usa dà il via libera a Israele per altri massacri

    Hamas ha condannato la decisione degli Stati Uniti di porre il veto alla richiesta del Consiglio di Sicurezza dell'Onu per un cessate il fuoco a Gaza, affermando che ciò equivale a dare a Israele il "via libera" per compiere "ulteriori massacri". "Questo veto serve l'agenda dell'occupazione israeliana, ostacola gli sforzi internazionali per fermare l'aggressione e aumenta la sofferenza del nostro popolo - ha affermato Hamas in una nota -. La posizione americana è il via libera affinché l'occupazione commetta altri massacri".

  • 20 feb

    Usa mettono il veto, bocciata la risoluzione araba su Gaza

    La risoluzione araba del Consiglio di Sicurezza dell'Onu è stata bocciata per il veto degli Stati Uniti. La Gran Bretagna si è astenuta. Tredici membri del Consiglio hanno votato a favore.

  • 20 feb

    Il principe William: "Troppi morti a Gaza, serve una tregua"

    Il principe William, erede al trono britannico, si è detto "profondamente inquieto per il terribile costo umano del conflitto in Medio Oriente", aggiungendo di essere a favore di "un cessate il fuoco al più presto possibile" nella Striscia di Gaza. Il primogenito di re Carlo III ha quindi affermato che "troppe persone sono state uccise finora" e ha parlato della "disperata necessità di aumentare l'aiuto umanitario" alla popolazione civile palestinese della Striscia, come pure di ottenere "il rilascio degli ostaggi" israeliani.

  • 20 feb

    L'Onu sospende la distribuzione di aiuti alimentari nel nord di Gaza

    Il Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite ha annunciato la sospensione delle consegne di aiuti alimentari vitali nel nord di Gaza, fino a quando le condizioni nell'enclave palestinese devastata dalla guerra non consentiranno distribuzioni sicure. In una nota il Wfp denuncia l'assalto ai propri camion da parte della popolazione. "La decisione di sospendere le consegne nel nord della Striscia di Gaza non è stata presa alla leggera, poiché sappiamo che significa che la situazione lì peggiorerà ulteriormente e che sempre più persone rischieranno di morire di fame", ha affermato l'agenzia alimentare dell'Onu.

  • 20 feb

    L'Ue invoca una tregua ma Israele non si ferma - VIDEO

  • 20 feb

    Delegazione israeliana al Cairo per negoziati su Gaza

    Una delegazione israeliana è arrivata questa mattina al Cairo, a bordo di un aereo privato dall'aeroporto Ben Gurion di Tel Aviv, per colloqui sulla situazione nella Striscia di Gaza. Lo riferiscono fonti aeroportuali: "La delegazione israeliana è arrivata a bordo di un aereo privato Hawker Beechcraft 400XP ed è stata ricevuta all'aeroporto del Cairo da alti funzionari dell'intelligence egiziana e scortata da un convoglio di auto fino al luogo dell'incontro, in cui si parlerà del cessate il fuoco a Gaza e di un accordo per lo scambio di ostaggi e prigionieri tra Israele e le fazioni palestinesi". 

  • 20 feb

    Haniyeh al Cairo per discutere dell'accordo con Israele

    Ismail Haniyeh, capo dell'ufficio politico di Hamas in esilio, è arrivato al Cairo per discutere con dirigenti egiziani i termini dell'accordo con Israele per un cessate il fuoco e lo scambio di ostaggi e prigionieri. Lo riferisce la tv panarabo-saudita al Hadath.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali