FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Grecia, il padrone muore: cane lo aspetta nel luogo dellʼincidente da un anno e mezzo

"Abbiamo deciso di costruirgli una cuccia e di portargli, ogni giorno, acqua e cibo", hanno raccontato gli amici dellʼuomo

Grecia, il padrone muore: cane lo aspetta nel luogo dell'incidente da un anno e mezzo

Il suo padrone, un uomo di 40 anni, è morto circa un anno e mezzo fa in un incidente. Da allora, lui trascorre tutte le giornate nel luogo dove è deceduto e dove è stata messa la lapide votiva in sua memoria. E' la storia di un cane che vive in Grecia, a Nafpatkos. I residenti hanno provato ad adottare il cucciolo, ma non è stato possibile perché l'animale scappa sempre per ritornare nel posto dove il suo padrone ha perso la vita. "Abbiamo deciso di costruirgli una cuccia e di portargli, ogni giorno, acqua e cibo", hanno raccontato alla testata locale Nafpaktianews gli amici dell'uomo.

Anche quando le temperature sono roventi, il cane non si muove dal luogo dell'incidente, situato a circa 12 chilometri dalla casa del padrone morto, nella quale l'animale non è più tornato. I residenti del luogo lo hanno soprannominato "Hachiko greco" perché la sua storia ricorda quella del cane giapponese che ha aspettato il suo proprietario morto alla stazione Shibuya di Tokyo ogni giorno per 10 anni.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali