FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Eʼ morto Stefano, il volpino che da tre anni aspettava il suo padrone fuori dallʼospedale

Era diventato la mascotte dei medici e degli infermieri di Mazzarino (Caltanissetta). Lʼanimale è stato investito, ma anche zoppicante e ferito è rimasto lì sperando di rivedere il suo amico umano

E' morto Stefano, il volpino che da tre anni aspettava il suo padrone fuori dall'ospedale

Da tre anni aspettava nel piazzale dell'ospedale di Mazzarino (Caltanissetta) il suo padrone, deceduto a 80 anni di infarto. E ora il volpino Stefano, dopo essere stato probabilmente investito da una macchina, è morto. Anche ferito e zoppicante si è trascinato fino all'ingresso dell'ospedale, dove ha sperato, fino all'ultimo, di incontrare nuovamente il suo amico umano.

Il cagnolino era ormai diventato la mascotte dell'ospedale. In tanti, tra medici e infermieri, avrebbero voluto adottarlo, ma il volpino Stefano non si voleva allontanare dall'ospedale, con la speranza di rivedere il suo padrone. E così gli operatori sanitari gli avevano comprato una cuccia, gli davano da mangiare e lo coccolavano. "Quando ci siamo resi conto che non c'era più nulla da fare ci si è spezzato il cuore", raccontano a Live Sicilia.

"Lui - aggiunge un operatore del 118 al giornale locale - era il nostro Hachiko, nei suoi occhi si vedeva l'amore che riesce legare una persona ad un cane. Un rapporto puro, che non si ferma davanti a nulla. Questo luogo era diventato la sua casa, ogni tanto si spostava sotto un albero di pino, ma il suo sguardo era sempre diretto verso la porta, in cui aveva visto entrare il suo padrone disteso su una barella".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali