FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Covid, Regno Unito verso l'immunità di gregge: somministrati 40 milioni di vaccini | Riaprono pub e negozi

Il governo allenta le restrizioni: il Paese esce dal terzo lockdown

covid vaccini londra gb 
Afp

Il Regno Unito si appresta a superare la soglia delle 40 milioni di dosi di vaccini anti-Covid somministrate, dopo aver oltrepassato i 32 milioni di prime iniezioni e oggi i 7 milioni di richiami. Lo confermano gli ultimi dati ufficiali. Secondo uno studio dell'Imperial College di Londra il Paese potrebbe così raggiungere l'immunità di gregge, con quasi i tre quarti della popolazione con gli anticorpi contro il virus, tra vaccinati e guariti.

Lunedì scattano le riaperture Sulla questione immunità di gregge, non tutti gli esperti concordano. Londra intanto ha lanciato il piano di ripartenza. Lunedì riaprono i negozi non essenziali: parrucchieri, palestre, pub e ristoranti. Si uscirà così in modo graduale dal terzo lockdown imposto nel Regno Unito. Il "ritorno alla vita normale", secondo le indicazioni di Downing Street, avverrà il 21 giugno.

 

 

I timori degli esperti I dati nazionali confermano la tendenza verso il calo dei casi e decessi giornalieri, rispettivamente a 1.730 e ad appena 7 (sebbene in parte per il consueto ritardo statistico parziale del weekend). Ma fra gli specialisti non manca chi nota un'incidenza di contagi non ancora rassicurante (fino a 60 casi certificati dai tamponi per 100mila abitanti) in singoli territori del Paese, fra cui qualche contea dell'Inghilterra settentrionale, con il rischio che le riaperture possano rivelarsi premature, soprattutto se interpretate dalla gente in modo estensivo, e alimentare un rimbalzo della pandemia anche al di là di quanto l'alleggerimento del lockdown comporta inevitabilmente in una certa misura stimata accettabile.

 

 

Il governo: "La minaccia non è finita" Allarmi che il governo di Boris Johnson e i consulenti scientifici dell'esecutivo al momento minimizzano, giurando di voler continuare il cammino badando "ai dati e non alle date", ma non senza rinnovare tuttavia gli appelli alla popolazione a non considerare la minaccia finita e a non abbassare ancora la guardia oltre misura.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali