FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Caso Orban, Juncker: "LʼEuropa resti tollerante, non sarà mai una fortezza"

Il presidente della Commissione Ue apre la Plenaria in attesa del voto sul copyright e sulle sanzioni al premier ungherese accusato di ledere lo stato dei diritti e di aver messo in pericolo la democrazia

"L'Europa deve restare un continente di apertura e tolleranza, non sarà mai una fortezza in un mondo che soffre ma resterà multilaterale". Lo ha detto il presidente della Commissione Ue, Jean-Claude Juncker, schierandosi contro "i nazionalismi che cercano capri espiatori". Alla Plenaria del Parlamento Ue, a Strasburgo, riunita per votare sul copyright e sul caso Orban, Juncker ha affermato che "ogni volta che si ha una sola voce l'Ue riesce a imporsi".

"Migranti, solidarietà: no a frontiere interne" - Il presidente della Commissione ha poi aggiunto che, sui migranti, "i nostri sforzi hanno portato a dei risultati con meno profughi lungo la rotta del Mediterraneo centrale, tuttavia gli Stati membri non hanno ancora trovato un rapporto giusto fra la responsabilità dei singoli Paesi e la necessaria solidarietà, che deve essere dimostrata se vogliono mantenere lo spazio Schengen senza confini". "Resto contrario alle frontiere interne, laddove sono state create devono essere eliminate", ha sottolineato.

"Rafforzeremo la guardia costiera" - Juncker ha poi proposto "un rafforzamento della guardia costiera e di frontiera europee fino a 10mila unità da qui al 2020 e un'agenzia europea per l'asilo". E annunciato, inoltre, "nuove norme per la lotta alla propaganda terroristica", anche sul web.

"No al nazionalismo malsano, sì al patriottismo" - "Rispettiamo l'immagine dell'Ue. Vorrei che si dicesse no al nazionalismo malsano, sì al patriottismo illuminato", ha proseguito il presidente della Commissione Ue. "Il patriottismo è una virtù, il nazionalismo incontrollato è un veleno che schiaccia", ha aggiunto. "Io amo l'Europa e continuerò a farlo", ha detto.

"Serve una nuova alleanza tra Africa e Ue" - Juncker ha poi lanciato "una nuova alleanza tra Europa e Africa per investimenti sostenibili e occupazione". "Secondo le nostre previsioni - ha spiegato - questa alleanza contribuirebbe a creare fino a 10 milioni di posti di lavoro in Africa solo nei prossimi 5 anni". Inoltre occorre "trasformare i numerosi accordi commerciali tra l'Ue e l'Africa in un accordo intercontinentale di libero scambio".

Si vota sul copyright e sulle sanzioni a Orban - Il Parlamento europeo è riunito a Starsburgo per votare la direttiva sul copyright, che mira a fissare linee guida a livello Ue sulle regole per il diritto d'autore, e la possibile attivazione dell'art. 7 dei Trattati, norma che prevede sanzioni verso uno Stato membro nel caso in cui quest'ultimo non rispetti i valori della dignità umana, della libertà, della democrazia, dell'uguaglianza, dello Stato di diritto e del rispetto dei diritti umani.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali