FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Arrestato ad Amsterdam "El Chapo asiatico", capo di un impero della droga

Eʼ stato fermato allʼaeroporto di Schiphol mentre si stava imbarcando per il Canada

La polizia olandese ha arrestato ad Amsterdam il capo di uno dei più grandi cartelli asiatici della droga. Le autorità non hanno specificato il nome dell'arrestato, ma si ritiene si tratti di Tse Chi Lop, un cinese naturalizzato canadese, noto come 'El Chapo asiatico', a capo di un impero da 70 miliardi di dollari che gestisce il traffico di droga in tutta l'Asia. L'uomo è stato fermato all'aeroporto di Schiphol prima di imbarcarsi per il Canada.

Tse Chi Lop, 56 anni, è uno degli uomini più ricercati al mondo. La polizia australiana gli ha dato la caccia per oltre 10 anni, e ora il governo ne chiederà l'estradizione: secondo l'Australian Federal Police, il suo cartello è responsabile del 70% delle droghe che entrano nel Paese.

 

All'operazione per l'arresto del re della droga asiatico, che negli ultimi anni si era spostato in continuazione tra Macao, Hong Kong e Taiwan, hanno partecipato i servizi di intelligence di oltre 20 Paesi.

 

In Messico gli aiuti contro il coronavirus con l'effigie di El Chapo

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali