FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Bleeding Edge, un gioco frenetico che punta a surclassare Overwatch

Abbiamo messo le mani sul nuovo e divertentissimo gioco multiplayer dagli autori di Hellablde: Senuaʼs Sacrifice

Tra le novità più importanti svelate durante la conferenza Xbox all'E3 2019 c'è stato certamente Bleeding Edge, il nuovo videogioco creato dal team britannico Ninja Theory che si era fatto notare in passato con l'ottimo Hellblade: Senua's Sacrifice.

All'interno dello Showcase allestito da Microsoft a Los Angeles, abbiamo avuto l'opportunità di sfidare alcuni membri del team di sviluppo e altri giornalisti in un match del frenetico ed estremamente divertente gioco che promette di dare filo da torcere a un fenomeno come Overwatch.

COS'ÈBleeding Edge è un nuovo hero shooter che segue l'impronta del più famoso sparatutto di Overwatch per offrire un'esperienza esclusivamente votata al multiplayer. Due squadre da quattro giocatori possono infatti sfidarsi in un combattimento all'ultimo sangue dove darsele di santa ragione, sfruttando le peculiarità di ciascun eroe e tanto gioco di squadra.

Ninja Theory ha seguito il concept del gioco di Blizzard creando dieci eroi, suddivisi in tre differenti categorie: Attacco, Tank e Supporto. Ciascun eroe disporrà di abilità principali e secondarie funzionali allo scopo e potrà scatenare una portentosa super abilità il controllo della zona nei momenti nevralgici dell'avventura. Il team ha già promesso di arricchire il gioco con nuovi eroi che arriveranno a cadenza regolare, con due nuovi personaggi attualmente in sviluppo.

COSA ABBIAMO PROVATOA Los Angeles abbiamo potuto testare con mano una modalità multiplayer che prevedeva il controllo delle zone per ottenere il predominio totale sull'avversario. Vince, ovviamente, chi totalizza il numero maggiore di punti e due vittorie nell'arco di tre round.

Nella prova, avevamo a disposizione tutti e dieci gli eroi attualmente previsti nel cast: Buttercup, El Bastardo e Makutu come tank, Daemon, Gizmo, MaeveNíðhöggr come personaggi offensivi, e infine Kulev, Miko e ZeroCool come eroi da supporto. Ciascuno, come detto in precedenza, dispone di abilità passive e attive che possono tornare particolarmente utili, oltre a una supermossa in grado di cambiare le sorti di un incontro. A differenza di Overwatch, però, il giocatore avrà accesso a due differenti classi per ciascun personaggio, molto diverse tra loro. A conti fatti, è come se ogni personaggio fosse in realtà un doppio eroe.

Il sistema di combattimento funziona bene e rispetto allo shooter di Blizzard obbliga quasi a lottare in prossimità degli altri giocatori: sono pochissimi infatti gli eroi capaci di lottare dalla distanza, aspetto che rende il gameplay di Bleeding Edge molto frenetico e altrettanto divertente. Importantissima la strategia e soprattutto la comunicazione con la squadra: nel nostro match, collaborare costantemente con i compagni di squadra ci ha permesso di strappare la vittoria per il rotto della cuffia!

COME E QUANDO ARRIVERÀ NEI NEGOZIBleeding Edge sarà disponibile in esclusiva su PC e Xbox One entro la fine del 2019, con una versione di prova accessibile a fine giugno semplicemente registrandosi sul sito ufficiale del gioco. Ninja Theory ha già confermato che Bleeding Edge farà parte del catalogo di Xbox Game Pass, il cui abbonamento darà accesso illimitato al gioco multiplayer.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali