FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Crash Bandicoot 4: il glorioso ritorno di un mito, tra passato e futuro

Con Itʼs About Time, Activision e Toys For Bob omaggiano la trilogia originale creata da Naughty Dog creando un fantastico videogioco che guarda avanti pur senza rinnegare la sua storia

Diciamolo subito: Crash Bandicoot 4 è il primo vero nuovo gioco del peramele uscito dopo la trilogia originale di Naughty Dog. Nonostante ne sia passata di acqua sotto i ponti e ci siano stati numerosi esperimenti di Crash nel corso degli anni, nessuno ha davvero convinto dopo l'episodio Warped e non è un caso che quello più apprezzato dell'epoca recente sia stata la N.Sane Trilogy, la raccolta dei primi tre episodi a cura di Vicarious Visions.

Con It’s About Time, gli sviluppatori di Toys for Bob cancellano tutto ciò che c'è stato dopo  Crash Bandicoot 3: Warped con un colpo di spugna e ripartono dal finale del terzo episodio, con il perfido Cortex e i suoi alleati N.Tropy e Uka Uka dispersi nello spazio-tempo. Il risultato è il miglior episodio che si potesse desiderare, a patto di accettare una difficoltà a tratti eccessiva per portare a termine tutto ciò che il team ha preparato per i fan più tenaci.

 

Nonostante una trama all'apparenza più complessa, Crash Bandicoot 4 abbandona le scene eccessivamente lunghe che spezzano il ritmo e puntano tutto sulla frenesia, simile a Crash Bandicoot 3: il team vuole dunque ripristinare lo spirito originale della saga, a partire dalla struttura dei livelli (molto tradizionali, nella loro linearità) fino agli elementi che da sempre caratterizzano il franchise: nemici, trappole, casse, frutti Wumpa e percorsi segreti. Poche variazioni alla telecamera, che segue il giocatore inquadrandolo da dietro, di lato o frontalmente negli immancabili inseguimenti.

 

 

It's About Time sceglie dunque di mantenere un'impronta classica, ma non per questo si risparmia quando si tratta di innovare. Toys For Bob ha creato un gioco pensato per i fan della serie, ma riempiendola di novità: dagli stessi livelli, spesso collocati in ambientazioni di più ampio respiro, fino alle nuove abilità di Crash e Coco, i quali oltre a roteare, saltare e scivolare possono ora correre su alcuni muri o scivolare sulle rotaie, con la possibilità di salire o scendere per evitare ostacoli. 

 

La vera novità, però, consiste nelle Maschere Quantiche: ciascuna offre un potere ai due personaggi, da utilizzare contestualmente in base al livello. I poteri intervengono sullo spazio tempo: Lani-Loli fa sparire oggetti e ne fa comparire altri a ogni pressione del tasto, mentre 'Akano  ci trasforma in un tornado capace di compiere grandi balzi, planare e distruggere le casse più resistenti. Kapuna-Wa rallenta il tempo per pochi istanti, dando così la possibilità di attaccare i nemici più rapidi, le trappole o gli oggetti in caduta libera, mentre Ika Ika inverte la gravità. La trovata delle Maschere Quantiche funziona e, considerando l'alternanza di questi poteri nei livelli più avanzati dell'avventura, il ritmo diventa frenetico, alzando il tasso di sfida.

 

Crash Bandicoot 4: It's About Time, le prime immagini ufficiali

Activision e Toys for Bob annunciano il nuovo episodio ufficiale della saga, in arrivo il 2 ottobre su PlayStation 4 e Xbox One

 

Tra ritorni inaspettati e il debutto di nuovi personaggi, l'avventura procede mantenendo la linearità del primissimo capitolo, proponendo livelli a difficoltà crescente da affrontare obbligatoriamente in sequenza, una scelta che si discosta dagli esempi di Crash Bandicoot 2 e 3, ma che consente di mantenere una struttura narrativa legata alla successione dei livelli. Una volta completata la storia, impresa che richiederà non meno di quindici ore, c'è tanto da fare in Crash Bandicoot 4: It's About Time. In primo luogo, è bene sottolineare che ogni livello nasconde sei gemme, tre delle quali sono legate alla percentuale di frutti Wumpa raccolti. Ottenerle tutte richiede dedizione e dunque di rigiocare il livello a più riprese, ambendo alla perfezione.

 

Da un certo punto in poi, si sblocca la Modalità N.Vertita, che consente di rigiocare i livelli con dei particolari filtri fuori di testa, che cambiano radicalmente l'esperienza di gioco: da livelli completamente bianchi che si colorano a ogni roteata a filtri vintage: questa modalità include altre gemme da raccogliere per ambire al completamento totale, che non potrà avvenire tuttavia senza cosiddette le Videocassette Flashback. Si tratta di ventuno collezionabili sparsi qua e là che sbloccano speciali livelli bonus, ciascuno a voler rappresentare un rompicapo che può spingere il giocatore a ragionare a lungo prima di trovare una soluzione. Non mancano infine le linee temporali alternative, in cui prenderemo possesso di Tawna, Dingodile o Cortex all'interno di stage appositi, con uno stile di gioco totalmente differente che contribuisce ad accrescere la varietà dell'esperienza di gioco studiata da Toys for Bob.

 

 

Ciò che non cambia, però, è il grado di difficoltà, che in Crash Bandicoot 4 è davvero ostico per coloro che amano portare a termine tutto ciò che il gioco ha da offrire al 100%. Tramite le Reliquie, ottenibili completando i livelli entro un tempo stabilito, si ottiene la possibilità di sbloccare un finale alternativo, ma raggiungere il livello Platino necessario a raggiungere questo scopo è molto, molto difficile, con alcune sfide che richiedono il completamento senza mai morire: oltre qualsiasi cosa sia mai stato proposto nella serie dalle origini a oggi.

 

Non è necessario darsi al completamento forsennato per godere di tutto quello che offre il gioco, ma sbloccare il 100% è insito nel genere platform e permette di ottenere tanti extra, come ad esempio i numerosi costumi per personalizzare l'aspetto di Crash e Coco. In tal senso, non è un caso che gli sviluppatori abbiano scelto di evitare possibile frustrazione applicando vite infinite (opzione che può essere chiaramente disattivata) o piazzando un numero generoso di checkpoint.

 

 

Presente anche il comparto multiplayer, che include due modalità chiamate Gara a Checkpoint e Combo di Casse. Si tratta di un modo per giocare insieme a un massimo di quattro giocatori, sfidandosi a chi compie il tragitto più lungo in ogni livello senza morire o a chi ditrugge più casse tra un checkpoint, passandosi a turno il pad. La stessa avventura può essere giocata da più giocatori, con l'opzione apposita che tiene conto di ogni vita persa: un ottimo modo per divertirsi in compagnia di un amico o famigliare, da giocare rigorosamente in locale.

 

A conti fatti, Crash Bandicoot 4: It's About Time è tutto quello che un fan storico della serie avrebbe potuto desiderare. Un progetto confezionato con cura che dona al peramele un futuro dalle grandi potenzialità: il lavoro svolto dal punto di vista estetico è eccezionale, con uno stile moderno che non dimentica il passato. Le nuove meccaniche funzionano, la varietà di situazioni è incredibile e di certo non c'è da annoiarsi con il nuovo episodio dedicato a uno dei personaggi più amati dei videogiochi, a patto però di non lasciarsi prendere dallo sconforto nei passaggi più difficili.

 

Gli sviluppatori non si sono risparmiati sulla difficoltà e in alcuni casi, si avverte davvero un po' di frustrazione per portare a termine i livello più ostici. Se non siete tra coloro che puntano a completare il gioco al 100%, sappiate che Crash Bandicoot 4 riuscirà a mettervi a dura prova con le sue innumerevoli cose da fare. Se invece cercate di completare It's About Time al 100%, preparatevi a sudare le proverbiali sette camice!

 



Come lo abbiamo giocato

Abbiamo giocato a Crash Bandicoot 4: It's About Time su PS4, completando la campagna in circa quindici ore. Per completare tutto ciò che il gioco ha da offrire, però, serve ben più di una manciata di giorni: tra livelli segreti, videocassette flashback e gemme da trovare con prestazioni impeccabili, il contatore ore è destinato quantomeno a essere triplicato.


Può piacere a chi…
… ama da sempre la saga Crash Bandicoot e aspettava con ansia un nuovo episodio
… ha voglia di un gioco che sappia metterlo alla prova, con sfide ostiche e tanto da fare
… ama i platform vecchia scuola, ma declinati in salsa moderna

Potrebbe deludere chi…
… non ha mai gradito il franchise di Naughty Dog e il suo protagonista
… nei videogiochi cerca un'esperienza rilassante e con un basso tasso di sfida
… sperava in un comparto grafico più simile al look della raccolta N. Sane Trilogy

Crash Bandicoot 4: It's About Time è un gioco consigliato a un pubblico dai 7 anni in su.
 


 

Vieni su IGN Italia per altre notizie e video su questo gioco!

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali