FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Streets of Rage 4 annunciato a sorpresa: torna lo storico marchio di Sega

Accordo tra lʼazienda giapponese e DotEmu, che concluderà lo sviluppo del progetto mai ultimato

Streets of Rage 4 annunciato a sorpresa: torna lo storico marchio di Sega

Grande sorpresa nelle scorse ore, quando Sega e DotEmu hanno annunciato il ritorno di uno dei marchi più amati nella storia dei videogiochi: si tratta di Streets of Rage 4, nuovo capitolo della saga che il team di sviluppo giapponese aveva ordinato dopo il successo della trilogia originale, senza però completare mai il progetto.

A distanza di anni dall'ultimo capitolo lanciato nel lontano 1994, Streets of Rage si prepara a tornare con un quarto episodio che potrà contare sulla partnership con DotEmu, che supervisionerà gli studi Lizardcube e Guard Crush Games, attualmente al lavoro sul progetto.

Il gioco, che potrà contare su un comparto grafico interamente disegnato a mano, vedrà il ritorno di due dei protagonisti originali: Axel Stone e Blaze Fielding. Entrambi faranno parte del cast di Streets of Rage 4 e saranno disponibili al lancio, al momento fissato genericamente ai prossimi mesi su PC, PlayStation 4 e Xbox One. In attesa di nuove informazioni, non perdete le prime immagini ufficiali del prossimo gioco prodotto da Sega.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali