FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Steam sbarca in Cina, giocatori temono la censura del governo

Gli utenti non sono contenti dellʼarrivo del negozio per giochi digitali, preferirebbero usare la versione internazionale

Steam sbarca in Cina, giocatori temono la censura del governo

Steam, la piattaforma per acquistare e scaricare giochi digitali su PC, ha fatto il suo debutto ufficiale in Cina, ma non è stato accolto calorosamente dall'utenza.

I giocatori cinesi, infatti, stanno commentando negativamente l'arrivo della versione realizzata per il loro mercato, perché potrebbbe ostacolare la presenza, al momento non autorizzata dal governo, dell'edizione internazionale completamente priva di censure.

"Steam China fuori dalla Cina", è una delle esternazioni che ha ricevuto più like e condivisioni da parte degli appassionati uniti in una sorta di rivolta social.

In Cina c'è un forte controllo sui contenuti presenti nei videogiochi e, in generale, nei prodotti d'intrattenimento e le ultime stime parlano di 30 milioni di giocatori cinesi attivi sulla piattaforma internazionale, la cui paura maggiore è che l'esistenza di Steam China possa precludere l'accesso ai titoli privi di limitazioni.

Intanto il governo cinese sta pianificando una nuova regolamentazione ancora più restrittiva e non approva la pubblicazione di nuovi videogiochi da marzo.

pc

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali