FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Lotta agli imbroglioni: bannati 770mila giocatori di Apex Legends

Electronic Arts tengono molto alla salute del suo battle royale, dove sono ammessi esclusivamente utenti onesti

Lotta agli imbroglioni: bannati 770mila giocatori di Apex Legends

Respawn Entertainment ed Electronic Arts hanno preso dei seri provvedimenti contro i giocatori che utilizzano i trucchi in Apex Legends, il battle royale concorrente di Fortnite.

Dal lancio avvenuto nel mese di febbraio a oggi, gli sviluppatori hanno bannato 770.000 account dalla versione PC e bloccato 300.000 utenti legati alle attività di spam, di cui 4000 associati alla vendita di trucchi.

Un lavoro di "pulizia" che Respawn ha messo in atto lavorando a stretto contatto con gli studi di sviluppo di Battlefield e FIFA: "Non possiamo condividere nel dettaglio quello che stiamo facendo per non dare indizi ai creatori di trucchi.

Possiamo assicurarvi, invece, che stiamo attaccando da ogni angolo con migliorie per rilevare gli imbroglioni e soluzioni silenziose per contrastare i venditori di trucchi"
, ha scritto uno dei responsabili di Apex Legends rassicurando i suoi giocatori: il nuovo fenomeno delle battle royale sarà sempre più sicuro.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali